Legalità e graffiti: imbrattamenti illeciti ed illegittimi

 

Il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici commenta la dichiarazione del Sindaco di Milano Letizia Moratti sulla questione graffiti:

 

“Ha ragione il sindaco Moratti nel ritenere che, prima di decidere se si tratti di arte o non arte, occorre vedere se si tratti di atti leciti o meno.

Per questo motivo, al fine di restar lontani da ogni equivoco, abbiamo sempre parlato, in proposito, di imbrattamenti e non di graffiti: perché questo termine implica già in sè la possibilità di un giudizio artistico e può risultare fuorviante.

 

Infatti, arte o non arte, nel nostro ordinamento nessun Picasso potrebbe pretendere di “abbellire” i muri dei palazzi, senza il consenso del proprietario. E addirittura nessun proprietario potrebbe chiamare Basquiat per far dipingere le proprie facciate senza l’autorizzazione del Comune.

Le norme del regolamento edilizio sono severe al proposito: figuriamoci che per il colore delle facciate si discute talvolta per mesi in Commissione edilizia.

 

Quindi, in definitiva, due ordini di norme incidono sulla liceità e sulla legittimità o meno del graffito di turno: quelle a difesa dei diritti privati e quelle a tutela dell’interesse al decoro pubblico.”

 

www.assoedilizia.com

 

Explore posts in the same categories: Uncategorized

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: