Architetti italiani- Archistar

 

La debolezza della politica impedisce la formazione e la crescita di una generazione nuova di architetti italiani.

 

Dichiarazione del presidente Achille Colombo Clerici nel corso del Convegno promosso dal Politecnico di Milano, Polis Maker, sul tema: “Qualità del vivere nella città”:

 

“Una questione rilevante si pone. Se esista una generazione di architetti italiani in grado di esprimere una cultura architettonica e socio-urbanistica propria del nostro Paese.

 

Se, in altri termini, sia la mancanza di tale cultura a  causare la assenza dalla scena degli architetti italiani o se viceversa quest’ultima sia la causa di una carenza di rappresentazione, nel paesaggio urbano dei nostri giorni, di una chiara cultura urbanistico-edilizio-architettonica italiana: in altri termini, la cultura c’è, ma gli architetti italiani non sono chiamati a rappresentarla?

 

Ed in questo caso, se la mancata formazione di una generazione di architetti, in grado di interpretare lo spirito dei tempi trasfondendo nell’architettura i valori e la cultura della nostra società (nel bene o nel male durante il periodo fascista gli architetti lasciarono nelle nostre città l’impronta del loro tempo), pur nel contesto del più generale fenomeno della globalizzazione, sia  la conseguenza della debolezza della nostra politica e conseguentemente della politica culturale delle amministrazioni centrale e locali.

 

Insomma, per l’incapacità della politica di far crescere un milieu di architetti italiani, dobbiamo assistere agli  interventi sul nostro territorio, nelle nostre città e sui monumenti, di architetti stranieri  il cui merito, talvolta, è   quello di appartenere al “Circus” delle archistar ?

 

È ormai cosa risaputa  che è andato formandosi un  club di “superarchitetti” che si riconoscono e si sostengono in qualche modo tra loro: sono chiamati a far parte di giurie delle quali sono membri autorevoli e dove assegnano il premio a qualche altro membro del club, per esserne ripagati in  altra situazione.

Tra questi non manca qualche italiano.

 

Il problema è molto serio soprattutto perché, a seguito del processo di concentrazione della capacità di operare a livello edilizio-urbanistico nelle mani di grossi gruppi, che trovano senz’altro molto comodo rivolgersi al grande nome straniero, in grado di far superare ogni diatriba domestica, gli architetti italiani saranno sempre più ridotti a progettare sottotetti,villette e ristrutturazioni di appartamenti.”

 

Commento della Dott.ssa Mirella Bersani Calleri

 

Ho letto con il solito interesse e assenso le Tue dichiarazioni al Politecnico sull’impossibilità che si crei una nuova generazione di architetti di cultura italiana.

Penso che i grandi gruppi e i nomi di rilevanza internazionale si presentino alle porte delle nostre città dotati di:

– credibilità professionale (il curriculum, gli studi, le opere già realizzate all’estero)

– la neutralità relativa nell’approccio ai desideri dei committenti italiani (ideologia, furbizia partitica, relazioni pregresse non esistono)

– capitali “hot money”, liberi di spostarsi dovunque,  che li accompagnano I nostri professionisti scontano l’aggancio ai gruppi domestici, ma soprattutto una pigrizia in parte creata dalla presunzione e in parte dall’ignoranza per la tradizione umanistica che ha sempre distinto il nostro Paese. Non si tratta di rifare lo stile Tudor, ma di reinterpretare lo spirito dell’arte dei nostri monumenti, con abili segni di linea nuova. Ma nell’anima bisogna che tornino ad amare il nostro passato che non è fatto di “preesistenze ambientali”, né di gauchismo al caviale.

Scusa se mi sono permessa… sei sempre lucidamente coraggioso. Meno male che sei ascoltato.

Mirella Bersani Calleri

 

www.assoedilizia.com

 

 

 

Annunci
Explore posts in the same categories: Uncategorized

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: