Locazioni: Dati catastali e certificato energetico; le novità normative – Risposte ai lettori Corriere della Sera – Assoedilizia informa – Colombo Clerici

Achille Colombo Clerici presidente di Assoedilizia:

 “Inizia da oggi una collaborazione con il Corriere della Sera. Con una certa periodicità si daranno risposte a domande dei lettori su argomenti di competenza della nostra Organizzazione, attinenti alle materie Casa, Ambiente e Territorio.”

Domanda:
Sono proprietario di un bilocale e di un box a Milano e dovrei tra pochi giorni affittarli.
Mi hanno detto che devo stare attento perché ci sono nuove norme da rispettare.
Di che cosa si tratta? Perché non vorrei avere problemi.

Risposta:
In relazione alle locazioni immobiliari, proprio da domani 1 luglio, si applicano le nuove disposizioni di cui all’art.19 comma 15 del d.l. n.78/2010 (c.d. manovra Tremonti) secondo le quali le richieste di registrazione dei contratti anche verbali di locazione debbono contenere – oltre ai dati fiscali di locatore e conduttore – anche i dati catastali degli immobili locati.

Per inciso va ricordato che la medesima disposizione si applica anche alle cessione, risoluzione o proroga dei contratti di locazione.

Pertanto, al momento della registrazione, che va fatta entro 30 giorni, nel modulo di richiesta il lettore dovrà indicare tutti i dati catastali dell’unità locata (foglio, particella, mappale, zona censuaria, categoria, classe, rendita catastale e consistenza).

L’Agenzia delle Entrate ha provveduto a tal fine alla predisposizione dei nuovi moduli di richiesta di registrazione che il lettore potrà scaricare dal sito www.assoedilizia.com.

Ricordiamo che l’omessa indicazione di tali dati è sanzionata con un importo dal 120% al 240% dell’imposta dovuta.

La nuova disposizione non si riferisce esplicitamente al testo del contratto ma va ricordato che l’art.8 del d.l. n.333/92 già prevedeva la comunicazione al conduttore dei dati catastali dell’unità locata. E’ quindi opportuno che i dati catastali siano inseriti anche in contratto.

Infine, va  ricordato che sempre il decreto Tremonti prevede la regolarizzazione dei dati catastali per cui in caso si riscontrassero mancati aggiornamenti degli stessi si suggerisce di procedere, prima della stipula del nuovo contratto di locazione, alla loro regolarizzazione catastale.

Vi è poi una seconda novità applicabile, sempre da domani dal 1 luglio, limitatamente agli immobili siti in Lombardia: l’obbligo di dotare gli immobili medesimi dell’attestato di certificazione energetica e di consegnarlo al conduttore. Si tratta di un obbligo imposto dalla Regione e pesantemente sanzionato (da 2.500 a 10.000 euro) che riguarda tutte le unità locate ad eccezione dei box.

Nel caso del lettore perciò, l’appartamento andrà dotato, prima della locazione, dell’attestato di certificazione energetica redatto da tecnico abilitato, mentre per il box nulla dovrà esser fatto.

Assoedilizia
Associazione della Proprietà Edilizia – Milano

 

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: