Archivio per settembre 2010

Valerio Onida – Incontro con il Presidente di Assoedilizia e vice presidente di Confedilizia Achille Colombo Clerici

settembre 30, 2010

Comunicato stampa

INCONTRO TRA IL PRESIDENTE COLOMBO CLERICI E IL PRESIDENTE EMERITO DELLA CORTE COSTITUZIONALE VALERIO ONIDA CANDIDATO  ALLA CARICA DI SINDACO DI MILANO 

Milano, 30 settembre 2010

Incontro del presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici con il presidente emerito della Corte Costituzionale Valerio Onida, candidato sindaco a Milano per il Pd. 

Colombo Clerici e Onida hanno confrontato le rispettive opinioni sullo “stato di salute” della città e sulle sue prospettive di progresso.

Toccati molti temi – dalla sicurezza all’economia – ma il punto forte è stato, ovviamente, quello della casa e del settore immobiliare.

www.assoedilizia.com

Console Generale di Svizzera a Milano – Massimo Baggi – Incontro con il presidente di Assoedilizia e vicepresidente di Confedilizia Achille Colombo Clerici

settembre 29, 2010

Il Presidente di  Assoedilizia e vicepresidente di Confedilizia Achille Colombo Clerici ha incontrato il Console Generale di Svizzera a Milano dott. Massimo Baggi insediato nella sua carica da una ventina di giorni.

Dopo aver porto al Console Generale il benvenuto nella nostra città il presidente ha ricordato le figure dei suoi predecessori nella sede Milanese, quali rappresentanti del Governo Elvetico: Franco Besomi, Marco Cameroni, David Vogelsanger.

Figure delle quali l’attuale Console raccoglie la positiva eredità costruita in tanti anni di proficuo operare nei campi della cultura, dell’impegno sociale, dell’economia, delle relazioni diplomatiche e sociali.

Milano si avvicina ad un passaggio epocale in concomitanza con l’evento internazionale Expo 2015.

Grande potrà essere l’apporto del vicino Paese amico che peraltro sta portando a conclusione il Progetto Alptransit con la caduta dell’ultima barriera della galleria di base del Gottardo, prevista per il 15 ottobre prossimo.

L’augurio di Colombo Clerici:
“Auspico che le relazioni tra i nostri Paesi si rafforzino sempre più, all’insegna di una collaborazione reciproca, improntata ai più nobili valori della nostra comune cultura.
La Svizzera è , nel sentimento degli italiani, un Paese storicamente considerato amico e prezioso per il nostro progresso in campo civile, politico, culturale e scientifico, economico.

Il cammino che abbiamo da compiere è un cammino tracciato dalla storia. 

Lavorare insieme per il progresso comune, l’obiettivo che ci sta davanti.”

www.assoedilizia.com

Invito concerto jazz 2 ottobre – Casa della carità

settembre 28, 2010

Concerto Jazz
Every Soul is a Circus
Pete Drungle alla Casa della carità
Jam session con la Banda del villaggio
Sabato 2 ottobre 2010, ore 20.30

 Fondazione Casa della Carità
Auditorium “Teresa Pomodoro”
Via F. Brambilla 10, Milano

Il musicista americano Pete Drungle, conosciuto per le sue esibizioni più simili a performance artistiche che a semplici esecuzioni, si esibirà sabato 2 ottobre, alle 20.30, in una jam session con i musicisti della Banda del Villaggio presso l’auditorium “Teresa Pomodoro” della Fondazione Casa della Carità.
Pete Drungle è un compositore e un pianista che unisce musica e performance artistica, un personaggio eclettico interessato a progetti multidisciplinari, molto conosciuto sulla scena contemporanea internazionale. Nato nel 1972, ha al suo attivo numerose ed eterogenee esperienze: durante Performa del 2007 si è esibito in una performance musicale improvvisando al piano per 24 ore consecutive, ha diretto la Dallas Symphony Orchestra, ha vinto il Bessie Award come miglior compositore, ha lavorato con il poeta Ira Cohen, con Yoko Ono e Sean Lennon e ha duettato con uno dei fondatori del free jazz, Ornette Coleman. In questo suo ultimo tour mondiale Pete Drungle è seguito e ripreso dal regista Ryan Beltrán che sta girando un documentario sulla sua vita.

Ingresso gratuito

Pete Drungle in concerto alla Casa della carita Milano

Evento Fondazione Venosta: presentazione volume e consegna premio Il Ponte 2010

settembre 28, 2010
La pietra & la pace
Stone & Peace

 A CURA DI: Carla Venosta, Pier Paolo Preti, Gianfranco Farioli
FOTO DI: Carla De Benedetti
EDITORE: Electa
PAGINE: 64
ILLUSTRAZIONI: 48
PREZZO: euro 15
IN LIBRERIA: fine settembre 2010

 Non è consuetudine associare architettura e pace. La cultura contemporanea è solita oggi intendere l’opera architettonica come una grande scultura e la pace come assenza di conflitto. Poiché l’architettura non è legata soltanto all’estetica ma anche all’organizzazione ottimale, ordinata e piacevole degli spazi, diventa strumento di una migliore qualità della vita, di pace nel significato più completo del termine.
Electa e la Fondazione Europea Guido Venosta, nel suo decimo anniversario, propongono un dibattito sul tema dell’architettura come strumento di pace e, di conseguenza, su quello dell’etica della responsabilità nelle scelte che riguardano lo sviluppo urbano. Che significato possono assumere per la città di Milano i diversi progetti elaborati in vista dell’Expo 2015?
A rispondere, un coro di voci che in un confronto generazionale compongono i diversi interventi del volume La pietra e la pace. La parola passa dallo studente di architettura al giovane designer già affermato, da architetti in prima linea nel cambiamento della città al professore di filosofia politica e al poliedrico critico della creatività: Gillo Dorfles, Paolo Caputo, Marva Griffin, Salvatore Veca, Claudio Salocchi, Lorenzo Damiani, Giovanni Romagnoli e Massimo Vignelli come in una tavola rotonda dialogano tra loro.
A corredo dei testi, un album di foto di Carla De Benedetti sui cantieri e luoghi milanesi che suggeriscono il nuovo volto della città.

Il volume sarà presentato il 30 settembre 2010 ore 18 al Multicenter Mondatori di Piazza Duomo, Milano. Le foto saranno esposte nella stessa sede dal 30 settembre al 4 ottobre e dal 17 ottobre a fine dicembre 2010.

SOMMARIO
La tavola rotonda / The round table
Biografie / Biographies
Milano che cambia vista da Carla De benedetti / Milan in progress as seen by Carla De Benedetti
La Fondazione Europea Guido Venosta / The Guido Venosta European Foundation

 PROGRAMMA

18.00 Pier Paolo Preti introduce l’incontro
18.15 Presentazione del libro la Pietra & la Pace
19.00 Proclamazione del Premio “Il Ponte” 2010
Carla Venosta consegna il libro ai premiati storici:
2004 Marco Tronchetti Provera, Alessandro Profumo, Carlo Secchi
2005 Muhammad Yunus
2007 Opera San Francesco per i Poveri ed Enel Cuore
2008 Fondazione Banco Alimentare, Darlie O. Koshy, Michele De Lucchi
2009 S.E. Card. Dionigi Tettamanzi, Commissione Visitatrici per la Maternità e Casa Materna Ada Bolchini dell’Acqua, Salvatore Veca, Laura Viganò
2010 Giuseppe Guzzetti
19.45 Consegna delle Medaglie della Riconoscenza ai partecipanti alla tavola rotonda la Pietra & la Pace
21.00 Conclusione

PREMIO “IL PONTE” 2010

I premiati nelle diverse edizioni del passato costituiscono un prezioso riferimento per la vita e l’attività della Fondazione Europea Guido Venosta, ne testimoniano lo spirito e gli ideali: a tutti loro è dedicato il volume celebrativo del decennale. Sono loro che rappresentano il ponte più autentico verso il futuro.

Premio “Il Ponte”
2004 Marco Tronchetti Provera per la Fondazione Silvio Tronchetti Provera. Alessandro Profumo per Unidea-Unicredit Foundation. Carlo Secchi per il suo contributo all’istituzione del corso di laurea in economia del nonprofit presso l’Università Luigi Bocconi.
2005 Muhammad Yunus per aver introdotto e promosso il microcredito quale concreto strumento di lotta alla povertà attraverso la Grameen Bank.
2007 Opera San Francesco per i Poveri per aver saputo evolvere la carità in assistenza, attingendo dal mondo del profitto i modelli di efficienza per un aiuto ai più bisognosi fondato sulla dignità della persona.
Enel Cuore per aver reinterpretato la missione industriale di servizio al cittadino in chiave di fattiva sussidiarietà nello sviluppo sociale del paese.
2008 Fondazione Banco Alimentare per aver trasformato le eccedenze di produzione e il mancato utilizzo degli alimenti in una vitale opportunità di dono e condivisione a favore degli emarginati. Darlie O. Koshy per aver colto la più autentica valenza etica dell’industrial design quale tramite fondamentale verso il miglioramento della qualità della vita nei paesi in via di sviluppo. Michele De Lucchi per la creazione in Triennale di Milano del “ponte di comunicazione” verso la Collezione Permanente del Design Italiano, passaggio funzionale divenuto autentico invito culturale.
2009 S.E. Card. Dionigi Tettamanzi per aver istituito il “Fondo famiglia-lavoro”, prima iniziativa di una diocesi italiana volta a dare un supporto concreto a chi viene espulso dal mondo produttivo. Commissione Visitatrici per la Maternità per aver realizzato già dal 1924 il civile concetto di sussidiarietà nel supplire alle carenze istituzionali in materia di assistenza alle mamme e ai bambini in difficoltà. Salvatore Veca per i cinque saggi magistrali raccolti nel volume Etica e Verità, opera dedicata alla Fondazione e pubblicata per i tipi di Giampiero Casagrande. Laura Viganò per aver progettato il nuovo qualificante intervento della Fondazione in ambito formativo concretizzato in due borse di studio per Master in Microfinanza presso l’Università di Bergamo.
2010 Giuseppe Guzzetti per aver saputo creare, attraverso Fondazione Cariplo e ACRI, un nodo strategico tra istanze del nonprofit e impegno solidale delle imprese, nonché per la promozione di progetti avanzati di sussidiarietà e responsabilità sociale.

informazioni  ufficio stampa Electa tel. 02 21563433/441, elestamp@mondadori.it – www.electaweb.it

pietra e pace invito

Incontro pubblico “Può una strada essere sostenibile?”

settembre 28, 2010

 mercoledì 29 settembre, alle ore 12.00
presso l’aula AS05
Università Bocconi – Milano, via Roentgen 1

Tangenziale Esterna SpA promuove un incontro pubblico dal titolo

“Può una strada essere sostenibile?”

Interverranno:
Fabio Terragni, Amministratore Delegato di Tangenziale Esterna SpA
Marco Garozzo, Presidente del Comitato Tecnico A1 AIPCR sulla Sostenibilità Ambientale
Silvio Borlenghi (Gruppo HS) e Michele Mori (Sineco), membri del Comitato Tecnico A1 AIPCR, in relazione ai temi: “Climate Change e le politiche nazionali nel settore dei trasporti” e “Monitoraggi ambientali: ecologia del paesaggio e ambiente sociale”.

L’evento si svolge nell’ambito di “Dal dire al fare”, il Salone della Responsabilità Sociale d’Impresa.

Durante l’incontro verranno presentati il Bilancio Sociale di Tangenziale Esterna SpA (già scaricabile online all’indirizzo http://tangenziale.esterna.it/societa/bilancio-sociale/) e il Quaderno sulla sostenibilità ambientale delle strade curato dal Comitato Tecnico nazionale AIPCR.

Qualora non fosse stata ancora data conferma di partecipazione, La invitiamo a contattare il numero 02 87088413, oppure ad inviare una mail all’indirizzo: comunicazione@tangenziale.esterna.it. I posti sono limitati.

Cordialmente,

Tangenziale Esterna SpA
Ufficio Comunicazione
www.tangenziale.esterna.it

Proprietà Edilizia – ASSOEDILIZIA – FEDERLOMBARDA EDILIZIA – Presentazione della Organizzazione

settembre 24, 2010

Milano – Sede Associazione

Via Meravigli 3 – 20123
tel. 02.88.55.91 – fax 02.89.00.711
info@assoedilizia.mi.it

Per comunicazione Giornalista Benito Sicchiero
tel.3487118649
ediemmesas@fastwebnet.it

Aperto tutti i giorni dalle ore 9.00 alle ore 12.00
il mercoledì anche dalle ore 15.00 alle ore 17.00

 BOLLATE (Milano) Via Trento, 31/b – tel. 02.38302785 Dott. Dino Salati

BRESSO (Milano) Via Vittorio Veneto, 8/a – tel. 02.642682 Rag. Italo Pallaroni

CAMPIONE D’ITALIA (Como) Viale Marco da Campione, 27 – tel. 004191.6497549
Dott. Roberto Canesi

CINISELLO BALSAMO (Milano) Via Donatello, 19 – tel. 02.66016696 Geom. Sinibaldo Scalise

COLOGNO MONZESE (Milano) Via Manzoni, 17 – tel. 02.25165337 Geom. Armando Zanichelli

GALLARATE (Varese) Via XXV Aprile, 3 – tel. 0331.780114  Geom. Massimo Mocchetti

GORGONZOLA (Milano) Via Serbelloni, 33 – tel. 02.9517121  Giovanni Strano

LEGNANO (Milano) Via Volta, 94 – tel. 0331.542124 Geom. Armando Castiglioni

MELEGNANO (Milano) Via Nino Bixio, 7 – tel. 02.9834157 Dott. Vitantonio Palmisano

SARONNO (Varese) Via Visconti, 9 – tel. 02.96702716 Avv. Filippo Germinetti

SESTO SAN GIOVANNI  (Milano) Viale Gramsci, 153 – tel. 02.2428611
Comm. Rag. Augusto Caruso di Spaccaforno

VIMERCATE Via Aldo Moro, 19 – Ornago – tel. 039.6010703 Ing. Flavio Tresoldi

  

ASSOCIAZIONI: FEDERLOMBARDA EDILIZIA
Pres. Avv. Achille Colombo Clerici

ABBIATEGRASSO (Milano) Via Cadorna, 2 – tel. 02.94967973 Avv. Matteo De Stasio

BERGAMO Via Giorgio Paglia, 5 – tel. 035.244353  Dott. Roberto Margiotta

BRESCIA Via Vittorio Emanuele II, 31 – tel. 030.48503  Dott. Ivo Amendolagine

COGLIATE (Monza e Brianza) Piazza della Chiesa, 3 – tel. 02.9660616 Sig.ra Erminia Basilico

COMO Via Diaz, 91 – tel. 031.271900  Avv. Claudio Bocchietti

CREMONA Via Guglielmo Amidani, 19 – tel. 0372.462438  Avv. Cesare Salvalaggio

LECCO Via Carlo Cattaneo, 76 – tel. 0341.364474 Rag. Italo Pallaroni

LODI Corso Vittorio Emanuele II, 12 – tel. 0371.425939  Cav. Mario D’Angelo

MANTOVA Via G. Oberdan, 14 – tel. 0376.224715  Dott. Ugo Bassani

MILANO Via Meravigli, 3 – tel. 02.885591  Avv. Achille Lineo Colombo Clerici

MONZA E BRIANZA Via Mosè Bianchi, 18/A – Monza – tel. 039.382231
Geom. Paolo Sandrini

PAVIA Corso Mazzini, 3 – tel. 0382.303030  Ing. Massimo Lardera

SONDRIO Piazzale Merizzi, 17 – tel. 0342.511447  Dott. Vittorio Quadrio

VARESE Piazza XX Settembre, 5 – tel. 0332.281281 Avv. Vincenzo Brianza

 

“Corridoi verdi di Arosio” – Incontro 30.09.2010

settembre 24, 2010

COMUNE DI AROSIO
Provincia di Como
Assessorati alla Cultura e all’Urbanistica

Corridoi verdi di Arosio

Presentazione del progetto a cura degli studenti del Laboratorio di Progettazione Architettonica 2° del Politecnico Bovisa di Milano

Giovedì 30 settembre ore 21,00
Sala polifunzionale
via G. Casati 1, Arosio

L’assessore alla Cultura                                              L’Assessore all’Urbanistica
Dott.ssa Marta Clerici                                                   Arch. Francesco Radaelli

COMUNE DI AROSIO Viale Grandi Invalidi 6 – 22060 AROSIO (COMO) – Tel. 031/760411 – Telefax 031/763686
Indirizzo Internet http://www.comune.arosio.como.it
E‐mail info@comune.arosio.como.it

Proprietà Edilizia – Associazione di Brescia – Convegno del 2 ottobre 2010 a Brescia ISFOR – La mediazione per la conciliazione

settembre 23, 2010
Brescia
 2 ottobre 2010.
si terrà presso l’Isfor 2000
via Pietro Nenni 30
ore 10.00.
L’ intermediazione per la conciliazione .
In collaborazione con l’ISFOR e la Camera di Commercio di Brescia
 
Ore 10.00
relazione sulla situazione della Associazione di Brescia e presentazione del Convegno
Dott. Ivo Amendolagine
ore 10.30 Apertura dei lavori.
 
Parte generale
La conciliazione fino al decreto 28/2010. Dott. Dario Salvagno Ape Brescia
 
La mediazione e il suo impatto nel processo civile. Prof. Ulisse Corea Università Luiss. Guido Carli Roma
 
Gli aspetti costituzionali del nuovo decreto 28 /2010. Prof Fabio Severo Severi Università di Trieste.
 
I soggetti del procedimento di mediazione e il ruolo delle associazioni. Avv. Carlo Del Torre. Confedilizia
 
segretario e coordinatore per la redazione degli atti
Dott. Dario Salvagno
 
Locazioni
 
La mediazione e diritti reali. Avv. Luca Stendardi. Federazione Lombarda Proprietà Edilizia
 
La mediazione e le locazioni. Avv. Mattia Esposito Associazione Provinciale Bresciana della Proprietà Edilizia
 
Segretario e coordinatore per la stesura degli atti :
Avv. Mattia Esposito
 
il Condominio
 
La figura del mediatore e quella dell’amministratore, due figure professionale in formazione. Ragioniere Renato Grassini (Ababi)
 L’assemblea e il rapporto di delega. Avv. Vincenzo Nasini. Coram
 
Le associazioni consumatori nella nuova realtà di mediazione. Le vertenze del condominio. Arch. Matteo Sbalchiero Ass. Domus Consumatori
I casi di non sottomissione obbligatoria alla procedura. Prof. Avv. Matteo De Stasio, federazione lombarda
 
Segretaria e coordinatore per la stesura degli atti Dott.ssa Stefania Sacchini
 
Formazione e rapporti con la Camera di Commercio
 
Le sedi di formazione e di amministrazione della mediazione (ministero )
 
La camera di commercio come sede tradizionale del processo conciliativo (avv. Antonella Vairano Camera di Commercio di Brescia)
 
Isfor 2000 scuola di formazione (prof. Achille Fornasini)
Chiusura lavori
 
Segretario e coordinatore della stesura dei testi:Dott . Dario Salvagno
 
Intervento di conclusione dei lavori :
Avv. Achille Colombo Clerici
Presidente Federazione Lombarda Proprietà Edilizia

Milano e il suo destino–Dalla città romana all’Expo 2015 (Boroli editore) di Carlo Tognoli e Lodovico Festa – Presentazione – Camera di Commercio Milano

settembre 23, 2010

“Milano e il suo destino–Dalla città romana all’Expo 2015” (Boroli editore) di Carlo Tognoli e Lodovico Festa

 *         *         *

 2600 anni della città in un libro di Tognoli e Festa. Ma si è parlato degli ultimi decenni

 MILANO, TANTE VOLTE CADUTA E ALTRETTANTE VOLTA RISORTA

Benito Sicchiero

Quella fine novembre 1980, inviato dal mio giornale, avevo raggiunto con un aereo militare carico di soccorsi donati dalla città di Milano i terremotati dell’Irpinia. L’allora sindaco Carlo Tognoli guidava l’operazione.  A Conza, nel fango del cratere, sotto una pioggia gelida e nevischio,  ho sentito i profughi gridarsi l’un l’altro:  “arriva u’ sinneco de Milano!”, considerato evidentemente a mezzo tra  san Gennaro e il presidente della Repubblica.

Questa era allora l’immagine della città e del suo primo cittadino anche nel cuore dell’Italia profonda.

Molti anni dopo, in tutt’altra  occasione, chiedo al sindaco di allora: “Qual è il suo maggior rimpianto?”. “Non avere potuto continuare a dare entusiasmo alla città”.

Carlo Tognoli, da molti – amici ed avversari – considerato l’ultimo sindaco di un’epoca irripetibile, ha presentato il libro “Milano e il  suo destino-Dalla città romana all’Expo 2015” (Boroli editore, 192  pagine) scritto con il saggista Lodovico Festa: un viaggio lungo 2600 anni, da centro gallico a capitale dell’Impero romano, quindi la città degli Sforza e di Leonardo, della Repubblica cisalpina e delle 5 Giornate, del fascismo e della Resistenza. E dei giorni nostri, di ieri e di oggi.

Cambia, Milano. Dal Barbarossa alla guerra, la città distrutta, la popolazione dispersa, dall’industria al posterziario, trova la  capacità di risorgere come l’Araba Fenice.

Ha, per citare l’ultima  grande trasformazione, abbandonato la grande industria di cui restano,  imponenti testimonianze, 11 milioni di metri quadrati di aree dismesse  che a poco a poco si stanno colmando con uffici, residenziale, verde,  servizi e sostituito le attività secondarie con la finanza, il design, la moda.

Fino a prevedere, con il Piano di Governo del Territorio,  l’arrivo di  altri 3-400.000 abitanti e con Expo 2015 una città-regione capace di trainare il Paese mantenendolo nell’Europa che conta.

Questo il progetto, la speranza.

Ma è cambiata Milano: da città con il coeur in man capace di assorbire  e assimilare le grandi immigrazioni dal meridione al rifiuto degli extracomunitari e persino dei luoghi di preghiera cui hanno diritto. 

Ha colpito la foto di un irregolare e del suo bambino che con una valigia e pochi stracci vengono allontanati sotto la neve mentre le  ruspe abbattono la loro baracca.

Certo, gli sgomberi hanno motivazioni razionali. Ma ci sono anche altre ragioni se il cuore di Milano si è sclerotizzato.

Una la individua il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici: “Fino a pochi decenni or sono le grandi famiglie ed i “capitani d’industria” operavano e investivano nel territorio. Con la globalizzazione i manager hanno scarsa attenzione al territorio: delocalizzano funzioni ed attività e portano i capitali dove rendono di più”.

E’ forse il pessimismo intellettuale il freno di Milano, come afferma  Lodovico Festa?

Alberto Meomartini, presidente di Assolombarda,  rivendica con orgoglio che le esportazioni milanesi hanno mantenuto le posizioni mentre Giampiero Borghini, altro sindaco di Milano ma in un momento non felice, parla di “Milano città fai da te”.

E Ferruccio De Bortoli, direttore del Corriere della Sera, denuncia una classe  dirigente spesso non all’altezza.

Con lo psichiatra e scrittore Raffaele Morelli si è conclusa la presentazione del libro organizzata dal Centro Studi Grande Milano presieduto da Daniela Mainini.

Gente in piedi nel salone della Camera di Commercio per il dibattito-riflessione. Buona cosa. Meglio fare un  po’ di meno e pensare un po’ di più.

Condominio – Convegno AREL/OSMI 20 settembre 2010 – Camera Commercio Milano – Assoedilizia informa: le recenti sentenze della Cassazione – CRONACA

settembre 22, 2010

Convegno a Milano sulle recenti innovative sentenze della Cassazione

IL CONDOMINIO RIGUARDA UN TERZO DELLA POPOLAZIONE ITALIANA E RAPPRESENTA IL 2% DEL PIL.
MA REGOLE VECCHIE DI 70 ANNI

Benito Sicchiero 

La metà della popolazione italiana vive in condominio e il giro d’affari legato ad esso è pari al 2% del PIL nazionale.

Il condominio, inoltre, è causa di milioni di vertenze che intasano non poco la già farraginosa macchina della giustizia civile.

Numeri imponenti che imporrebbero ai governanti leggi e misure adeguate.

Invece le norme del codice civile che lo riguardano sono vecchie di 70 anni, anche se in questi mesi si discute in Parlamento il disegno di legge di riforma del condominio.

Intanto due sentenze della Cassazione hanno introdotto importanti innovazioni avvicinando l’istituto alle società.

Il condominio è – come ha detto il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici introducendo i lavori del convegno “La Normativa per il condominio” organizzato a Milano da Arel-Associazione real estate ladies – “ espressione di una società moderna ed evoluta, volta ad organizzare la convivenza urbana in concomitanza dei grandi processi di inurbamento.

L’istituto del condominio, fondato sui principi della condivisione e della partecipazione, suppone dunque l’esistenza di una cultura dell’abitare insieme, nella sua massima espressione”.

La Cassazione – ha ricordato il consigliere di Assoedilizia Cesare Rosselli – ha di recente (anni 2008 e 2010) emesso due importanti sentenze: con la prima ha affermato che, in caso di mancato pagamento al fornitore, quest’ultimo non può più rifarsi su un solo condomino (il quale doveva a sua volta fare causa a tutti i “compartecipanti” morosi) ma su tutti i condomini che non hanno pagato; e nei mesi scorsi ha tolto l’obbligo di unanimità dell’assemblea condominiale in caso di rifacimento delle tabelle millesimali.

Soffermandosi sulla prima sentenza, Rosselli ha indicato vantaggi e svantaggi (inferiori ai primi) della nuova norma.

Da parte  dell’esperto Saverio Fossati, giornalista del Sole 24 Ore, il rilievo di come le sentenze della Cassazione vadano in qualche misura in direzione opposta a quanto prevede il disegno di legge sulla riforma del condominio in discussione in Parlamento.

Conclude Colombo Clerici: se passi sono stati fatti per adeguare la normativa che regolamenta il condominio alle mutate esigenze della società,   i punti di riflessione sul tema  del condominio sono:

–       quello della sua amministrazione e gestione (deve essere ad esso riconosciuta una personalità giuridica autonoma);

–       quello della sua idoneità a prestarsi a secondare le esigenze di rinnovamento delle città e degli edifici;

–       quello di favorire situazioni di equilibrio dei diritti e dei doveri tra i diversi partecipanti, evitando sperequazioni ed asimmetrie.

I lavori sono stati aperti da Barbara Polito, Presidente Arel-Associazione real estate ladies;
moderatore Beatrice Zanolini, Segretario Fimaa Milano.

Relatori, oltre a quelli citati;

avv. Marina Figini, Consulente e Docente Fimaa Milano;
avv. Lia Campione, Clifford chance;
avv. Marco Maria Donzelli, Presidente nazionale Codacons.