Accordo Comune di Milano Agenzia delle Entrate – Lotta all’evasione fiscale. Assoedilizia Colombo Clerici

Dichiarazione del presidente di Assoedilizia e vice presidente di Confedilizia Achille Colombo Clerici:

“Un accordo importante, quello siglato dall’assessore al Bilancio del Comune di Milano Giacomo Beretta e dal direttore regionale dell’Agenzia delle Entrate, Carlo Palumbo.

Un protocollo d’intesa  sulla compartecipazione degli enti locali alla lotta all’evasione fiscale, che consentirà al Comune di incassare il 33% delle somme recuperate dall’erario.

Il protocollo d’intesa siglato rappresenta un accordo quadro. All’Agenzia delle Entrate dovranno pervenire da parte del Comune segnalazioni “qualificate”; che contengano cioè elementi probatori immediatamente utilizzabili ai fini dell’accertamento fiscale.

I settori d’intervento riguardano il commercio, le professioni, l’urbanistica, la proprietà edilizia, le residenze fittizie all’estero, la disponibilità di beni indicativi di capacità contributiva.

Un primo settore di intervento: si punterà innanzitutto sul contrasto agli affitti in nero.

La polizia municipale, inoltre, potrà segnalare alla direzione regionale eventuali situazioni sintomatiche di evasione fiscale riguardanti le proprietà edilizie e il patrimonio immobiliare di particolari categorie di contribuenti.

La collaborazione non è limitata al controllo delle locazioni, ma comprende anche interventi specifici per smascherare le residenze fittizie all’estero, il commercio abusivo, e il possesso di particolari beni, indicatori di capacità contributiva superiore a quella dichiarata.

Potranno seguire ulteriori accordi per regolare le modalità di intervento in altri settori di interesse o competenza degli uffici comunali.”

L’articolo 1, comma 1, del decreto legge 203/2005 ha attribuito ai Comuni una quota di partecipazione al gettito dell’accertamento fiscale pari al 30% (portata al 33%; si sta pensa di elevare tale quota al 50%) delle somme riscosse a titolo definitivo relative ai tributi statali.

Il provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate del 3 dicembre 2007 ha disciplinato le modalità di applicazione delle norme sulla “compartecipazione” al contrasto all’evasione fiscale.

I Comuni concorrono all’attività di accertamento fiscale nell’ambito dell’ordinario contesto operativo di svolgimento delle proprie attività istituzionali, fornendo informazioni suscettibili di utilizzo ai fini dell’accertamento dei tributi erariali, diretti e indiretti.

Il provvedimento demanda la gestione dei rapporti di collaborazione a livello locale ad appositi protocolli d’intesa che possono essere definiti dalle direzioni regionali dell’Agenzia con i Comuni interessati, volti alla definizione di programmi locali di contrasto e recupero dell’evasione.

Le informazioni che perverranno all’Agenzia delle Entrate consisteranno in segnalazioni qualificate, intendendosi per tali le posizioni soggettive in relazione alle quali sono rilevati e segnalati atti, fatti e negozi che evidenziano direttamente comportamenti evasivi ed elusivi.

Il provvedimento indica gli ambiti di intervento rilevanti per le attività istituzionali dei Comuni e per quelle di controllo fiscale dell’Agenzia:

* commercio e professioni
* urbanistica e territorio
* proprietà edilizie e patrimonio immobiliare
* residenze fittizie all’estero
* disponibilità di beni indicativi di capacità contributiva.

Il decreto legge 112/2008 dà un forte impulso alla partecipazione dei Comuni all’accertamento fiscale, chiamando le Amministrazioni locali ai controlli, in particolare, sulle residenze fittizie all’estero.

I Comuni, entro i sei mesi successivi alla richiesta di iscrizione nell’anagrafe degli italiani residenti all’estero, confermeranno all’ufficio delle Entrate competente per l’ultimo domicilio fiscale che il richiedente ha effettivamente cessato la residenza nel territorio nazionale.
Per il triennio successivo alla richiesta di iscrizione all’Aire, l’effettività della cessazione della residenza nel territorio nazionale è sottoposta a vigilanza da parte dei Comuni e dell’Agenzia delle Entrate.

www.assoedilizia.com

 

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: