Como PGT – Convegno Associazione proprietà edilizia “PRG di Como dall’Unità d’Italia ad oggi”. – Colombo Clerici: Il ruolo della proprietà edilizia. Assoedilizia

Saluto del presidente della Federazione Lombarda della Proprietà Edilizia al Convegno in data 17 marzo 2011 organizzato dalla Associazione della Proprietà Edilizia di Como, sul tema “I piani regolatori della città di Como dall’Unità d’Italia ad oggi. E domani?”

Vorrei innanzitutto osservare come la storia del rapporto, nella realtà comasca, tra proprietà privata immobiliare e società, città, possa considerarsi un modello emblematico della valenza sociale e politica dell’intervento dei risparmiatori dell’edilizia nel processo di formazione della città, quale si è sviluppato nel nostro Paese.

I proprietari, i risparmiatori edilizi, che non rappresentano di certo un gruppo, una classe, un ceto sociale, ma costituiscono una parte, una categoria economico-sociale trasversale alla società stessa (composta da professionisti, commercianti, imprenditori, industriali, artigiani, funzionari) seguono, assecondano, favoriscono ed orientano i processi urbani, di sviluppo e di trasformazione, in quanto concorrono in modo rilevante alla formazione della cultura dominante dell’epoca ed a determinare i caratteri della città.

Ma di certo, la loro funzione sociale non si limita a questo aspetto.

I proprietari ed i risparmiatori del settore edilizio, con i loro investimenti, hanno permesso il formarsi della città ed il costituirsi di quel mix funzionale che, ancor oggi, è il fiore all’occhiello delle nostre città italiane.

Senza il volano della locazione per l’abitazione e per le botteghe commerciali, artigianali e spesse volte per molti edifici industriali, come avremmo potuto fronteggiare le emergenze abitativo/funzionali cittadine, createsi nei due Dopoguerra, e come avremmo potuto permettere, nel nostro paese, quei processi di inurbamento che hanno condotto, attraverso enormi migrazioni, a cambiare il volto delle nostre antiche città?

Ho raccolto, nel corso di un convegno, tenutosi tempo addietro qui a Como sui temi dell’urbanistica, una definizione dell’arch. Chiara Rostagno che parlava di Como, come della città “crocicchio”.

Un nodo di interscambio, non solo sul piano economico-commerciale, ma soprattutto sul piano culturale.

In questo contesto ideale, Como offre un modello esemplare, paradigmatico del ruolo della nostra categoria nello sviluppo sociale, culturale, urbanistico della città . 

Ma la categoria ha inoltre assolto ad un altro compito sul piano sociale, in particolare in campo ambientale, soprattutto in questo momento storico.

La casa, l’immobile, infatti, restano uno dei pochi fattori territorializzanti nella vita moderna: in altri termini producono un radicamento terraneo (per usare una definizione di Massimo Cacciari) cioè un attaccamento al territorio.

L’interesse dei cittadini alla casa ed alla prosperità del territorio in un’epoca in cui stiamo assistendo a tutta una serie di fenomeni deterritorializzanti (quali i processi di ristrutturazione – di innovazione tecnologica – di  terziarizzazione – di  finanziarizzazione – di internazionalizzazione) e di delocalizzazione di attività e funzioni con abbandono del territorio; l’interesse dei cittadini per la casa, dicevo, come abitazione e come bene in cui è collocato il risparmio, continua a mantenere la sua funzione di presidio del territorio e di fattore di tutela ambientale.

Nella storia ed ancor oggi il mondo della Proprietà Edilizia ha espressi, interpretati e rappresentati ideali di democrazia, di impegno sociale, di libertà.

Ed oggi, nel centocinquantenario della unificazione del nostro Paese, vorrei ricordare la funzione sociale, economica, culturale, svolta storicamente dalla proprietà edilizia (consolidatasi proprio grazie alla cultura dell’Italia post-unitaria) una funzione che dev’essere, oggi più che mai, idealmente acquisita e politicamente difesa.

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa, Federazione Lombarda della Proprietà Edilizia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: