Costi da reato? Indeducibilità fiscale – Convegno-Workshop all’Assoedilizia – De Mita, D’Amico

Convegno-workshop in Assoedilizia aperto da Achille Colombo Clerici.

Tra i relatori Enrico De Mita e Marilisa D’Amico 

IL COSTO DI UN REATO E’ O MENO DEDUCIBILE?   

Per una “maitresse” – ottocentesca definizione della conduttrice di un bordello – la gestione di un gruppo di “escort” – moderna definizione di chi esercita il mestiere più antico del mondo – costituisce un costo da detrarre in sede di dichiarazione dei redditi (se la fa)?

Su questo tema, anche se di attualità visto qualche clamoroso processo in corso, si stanno esprimendo in punta di penna i più alti vertici del diritto.

Perché in altri e più impegnativi analoghi casi si tenta di rispondere – e il dibattito è in corso – sul tema della indeducibilità dei costi da reato; come ha rilevato l’avv. Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia, nella cui sede milanese ha aperto i lavori  di un convegno-workshop sul tema “Profili costituzionali e tributari dell’indeducibilità dei costi da reato”, mettendo in evidenza l’importanza di un confronto scientifico sul tema.

Antonio Criscione, giornalista del Sole24Ore e moderatore della discussione, ha poi introdotto i lavori con una breve sintesi della vicenda che ha interessato la norma sulla indeducibilità dei costi da reato, e che è ora oggetto di una questione di legittimità costituzionale sollevata dalla Commissione tributaria regionale veneta.

Sul tema è intervenuto Enrico De Mita, Professore Emerito di Diritto tributario presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Il Prof. De Mita, richiamando anche la più recente giurisprudenza della Corte di Cassazione in materia, ha messo in luce gli aspetti critici della disciplina introdotta con l’art. 14, comma 4 bis, della legge n. 537 del 1993, norma che, rendendo indeducibili i costi o le spese riconducibili a reato, pare lesiva del principio di capacità contributiva espresso dall’art. 53 Cost, perché comporta una tassazione al lordo anziché al netto dei costi di produzione del reddito. 

Marilisa D’Amico, Ordinario di Diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano, ha svolto invece delle considerazioni sul rapporto tra l’indeducibilità dei costi da reato – da ritenersi vera e propria sanzione “penale” anche alla luce della giurisprudenza della Corte europea dei diritti dell’Uomo – e i principi di determinatezza e non colpevolezza sanciti dagli articoli 25 e 27 Cost.

Tali principi vengono compromessi da una disciplina che, stando alla formulazione del testo normativo e alla interpretazione datane in giurisprudenza, appare poco chiara e comporta l’indeducibilità già al momento della trasmissione della notitia criminis.

In seguito, Massimiliano Sironi, membro della Commissione tributaria nazionale per l’Ordine dei commercialisti di Milano, ha inquadrato il tema mettendo in luce le difficoltà che, concretamente, la disciplina presenta in sede di applicazione, ad esempio in fase di redazione dei bilanci.

Su questi aspetti, si è poi soffermato anche Mattia Berti, Dottore Commercialista Partner dello Studio La Croce, il quale ha descritto le conseguenze aberranti che la disciplina in esame può determinare quando i costi siano riconducibili a reati in cui le imprese rischiano di imbattersi piuttosto frequentemente, come ad esempio il reato di intermediazione vietata di mano d’opera.

Stefania Leone, avvocato e Dottore di ricerca in Diritto costituzionale presso l’Università degli Studi di Milano, si è poi concentrata sulla possibilità di ridurre le frizioni tra l’art. 14, comma 4, bis e l’art. 53 Cost. attraverso la tecnica dell’interpretazione conforme a Costituzione, arrivando, per questa via, a ritenere esclusi dall’ambito di applicabilità della norma i costi che, pur essendo riconducibili ad un reato, siano inerenti ad attività lecita e, dunque, a proventi leciti.  

Nella foto: da sin. Enrico De Mita, Marilisa d’Amico, Achille Colombo Clerici

 

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: