Istituto Italo Cinese – Associazione Carlo Cattaneo Lugano – Colombo Clerici a Lugano – collaborazione culturale

Il presidente dell’Istituto Italo Cinese Achille Colombo Clerici ieri a Lugano, nella sede del Municipio della Città, ha partecipato alla seduta della Giunta Esecutiva della Associazione culturale Carlo Cattaneo di diritto svizzero, che vanta tra i suoi sostenitori le municipalità di Lugano e di Campione d’Italia.
Presente, quale membro del direttivo, il Console Generale d’Italia a Lugano, Ministro Alberto Galluccio.

Tra i temi affrontati, possibili linee di collaborazione culturale dell’Istituto con l’Associazione svizzera sulle tematiche riguardanti il mondo cinese nei rapporti con le rispettive realtà nazionali.

La Città di Lugano, peraltro, da qualche tempo  sta riservando una sempre maggiore attenzione ai temi delle interrelazioni con la cultura e l’economia cinesi .

L’Associazione Carlo Cattaneo ha presentato nell’occasione un corso su un tema di grande attualità “Aspetti dei rapporti tra Svizzera e Italia:  Cultura, lingua e civiltà”.

Ilpresidente Paolo Grandi, Remigio Ratti e Adriano Cavadini hanno illustrato l’iniziativa.

Si tratta di un corso di tre serate che si terrà a Lugano, con il coordinamento di Marino Viganò: mercoledì 1° febbraio 2012, mercoledì  8 febbraio 2012 e mercoledì 15 febbraio 2012, dalle ore 18.00 alle 20.00, al Palazzo dei Congressi di Lugano.

Il corso apre il ciclo 2012 sui rapporti tra Svizzera e Italia.
Lo sguardo si apre sulle relazioni fra regioni storiche oltre che fra stati, a partire da epoche ove non esistevano, né la Confederazione elvetica, né l’Italia, ma aree nelle quali erano stanziati popoli identificati come “elvezi” e “italici”.

Prende avvio dall’età preromana e romana per introdurre una serie di temi tra la storia e la civilizzazione umanistica. 

Si tratteranno le relazioni storiche, linguistiche, letterarie dal passato remoto sino alla formazione dei due spazi geopolitici della Confederazione e degli stati d’Italia fra basso medioevo ed età moderna. Verranno presentati gli intensi scambi reciproci nei campi della musica, delle arti visive, dell’architettura dall’Ancien régime, alla costituzione della Svizzera contemporanea (1848) e dell’Italia unita (1861), al presente.

Si illustreranno le prospettive delle istituzioni più promettenti per lo sviluppo dei rapporti culturali e artistici tra le due nazioni nel XXI secolo.

 

Explore posts in the same categories: Associazione Carlo Cattaneo di Lugano, Istituto Italo Cinese

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: