Termoregolazione Contabilizzazione Calore – Regione Lombardia risponde – REPLICA Assoedilizia Federlombarda – Da 1.000/1.200 euro in su, costo secco per famiglia

A s s o e d i l i z i a

Altro che risparmio in bolletta: si tratta di un costo secco di più di mille euro per famiglia da ammortare, se si riesce.

             *     *     *  

Assoedilizia e Federlombarda Edilizia, impugnano gli atti amministrativi con i quali la Regione Lombardia impone in tutti gli appartamenti dei condomini interventi per la termoregolazione e la contabilizzazione del riscaldamento e chiedono una proroga dei termini.

Si tratta di installare con notevoli spese, totalmente a carico dei proprietari condomini, sistemi costosi  attraverso lunghi e complessi lavori in un momento di crisi pesante per l’intero comparto immobiliare e di seri problemi finanziari per i bilanci delle famiglie.

Di questi tempi il costo individuale (si calcola da un minimo di 1.000/1.200 euro in su per famiglia) derivante dagli orientamenti e dalle normative varate dalla Regione Lombardia (all’avanguardia in Italia) a proposito di tali interventi, è assolutamente insostenibile dalle famiglie, già colpite da una infinita serie di aumenti di spese e costi, nonché da una progressiva riduzione dei redditi.

L’Assessore regionale Marcello Raimondi, rispondendo alla presa di posizione di Assoedilizia e di Federlombarda edilizia conclude chiedendosi:
“Da quando il risparmio in bolletta viene considerato un fardello?”

Commenta il presidente Achille Colombo Clerici:

“Rispondiamo semplicemente che si potrebbe parlare di risparmio tout court quando calasse il costo delle bollette perché è diminuito il costo del gas o del gasolio, ovvero perché il fornitore di calore ha ridotto il suo margine di utile.

Non si può parlare di risparmio quando si tratta di una spesa a carico degli utenti che semmai potrà essere ammortata con la riduzione delle bollette, se ci sarà.

Qui si tratta di un costo secco che, per ben che vada, verrà ammortato tra dieci, quindici anni: salvo che si debba intervenire prima per inefficienza o per obsolescenza degli apparati. 

Ma di ciò le famiglie, che san fare i conti meglio di qualsiasi ufficio tecnico, si stanno appunto rendendo conto.”

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: