Risposta all’intervento di Colombo Clerici da parte del Sen. Nicolo’ Sella di Monteluce

Molto interessante parlare di riserve e riserve auree in particolare. Me ne ero occupato, nel lontano 1999 credo, quando sulla lettera finanziaria del Foglio ipotizzai di utilizzarle per finanziamenti alla crescita, in quanto con l’euro veniva a calare la riserva valutaria necessaria a fronteggiare crisi: gran parte del commercio sarebbe infatti in futuro avvenuta in euro. Si liberavano perciò in tutti i paesi aderenti ingenti riserve prima necessarie a garantire le varie valute, che diventavano una sola. Andreatta (maestro di Quadrio Curzio) concordò sostenendolo con dati e con vigore.

Ora, la riserva aurea è riserva. Nasce dalla piccola parte iniziale della dotazione della Banca di emissione, e dal surplus valutario generato dalla bilancia commerciale. L’esportatore rende la valuta incassata allo Stato nel senso lato (la banca d’Italia) . Riceve lire, oggi euro. La Banca d’Italia investe in valuta o in oro. Ossia per lo Stato/banca d’Italia si è stampato moneta e ricevuto oro e valuta. Giuridicamente è la Banca, ma chi fa fede è lo Stato. Non è un fenomeno che genera inflazione, in quanto alla moneta emessa corrispondono beni e servizi!

Allora, coraggio.

Nicolò Sella di Monteluce

 

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: