Controesodo fine agosto 2012 – 9 milioni di italiani in viaggio – Assoedilizia-Cescat ed Aiaga

AGOSTO 2012: RIENTRO DEI VACANZIERI NELLE CITTA’ 

9 milioni Italiani in viaggio

Milano, 25 agosto 2012 Achille Colombo Clerici “Si respira ormai aria di fine vacanze estive. L’atmosfera di preoccupazione per l’incertezza dell’economia accentua l’ansia del ritorno a casa per i nostri connazionali.”

Secondo stime del CESCAT-Centro Studi Casa Ambiente e Territorio di Assoedilizia e  AIAGA-Associazione Italiana Amici dei Grandi Alberghi, si calcola che, tra oggi sabato 25, domenica 26 e lunedì 27, rientrino dalle località di villeggiatura oltre 5,5 milioni di italiani.

Ma altri, sia pure in numero nettamente più ridotto (il 9% del totale dei vacanzieri), partono.

Ma il movimento complessivo, compreso il pendolarismo turistico, assomma a 9 milioni di italiani in viaggio.

Considerando le principali città italiane, cui si aggiunge la conurbazione Verona-Vicenza-Padova, ecco i rientri previsti in questo fine settimana, lunedì compreso:

 – Milano 185.000
– Torino 140.000
– Genova 90.000
– Conurbazione Verona-Vicenza-Padova 80.000
– Bologna 55.000
– Firenze 40.000
– Roma  300.000
– Napoli 145.000
– Bari 50.000
– Palermo 85.000.

Roma, Napoli, Bari e Palermo registrano un pendolarismo per vacanza più alto della media nazionale.

Un dato comune in questi ultimi anni: una più rilevante presenza in città durante il mese di agosto sia di residenti sia di attività commerciali e di servizio.

Rientrano in città in questo week-end prevalentemente negozianti, impiegati, baristi, ristoratori, operai, artigiani,dipendenti in generale.

Ma, nonostante il “bollino rosso” su autostrade, stazioni ferroviarie e aeroporti non sono previsti affollamenti drammatici.

Secondo una tendenza “storica”, proseguiranno le vacanze di alcuni giorni (rientro scaglionato tra il prossimo week-end e la  prima settimana di settembre) i lavoratori autonomi. Ma molti professionisti e imprenditori anticipano il rientro a casa.

Questa stagione, secondo alcune rilevazioni, è la più fiacca addirittura degli ultimi quindici anni.

Come se non bastasse, il calo del movimento turistico estivo rispecchia il calo più generale dei flussi turistici interni.

Infatti, tra il 2008 e il 2012 la flessione del numero dei viaggi tocca i 38 punti percentuali, con una variazione in valori assoluti da 104 a 66 milioni che produrrà effetti pesanti sulle presenze: da 644.097 del 2008 a 449.793 del 2012.  

Negli ultimi cinque anni sono stati cancellati 41 milioni di viaggi e 195 milioni di giornate di vacanza, a causa del crescente numero di italiani che non possono concedersi alcuna vacanza (operai, pensionati).      

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: