Istituto Europa Asia – Gruppo Studio “Città Architettura Ambiente” Dibattito: “Inverno dell’Arte? Inverno dell’ Architettura? Inverno della Città?” – Assoedilizia

Gruppo di studio, ricerca, progetto “Città, architettura, ambiente”

Il giorno 29 novembre 2012, dalle ore 17.30 alle ore 20.00, presso la sede di Assoedilizia – Associazione della Proprietà Edilizia, via Meravigli 3 – Milano

Si terrà una riflessione-dibattito sul tema

Inverno dell’arte?
Inverno dell’architettura?
Inverno della città?

Relatori

Salvatore Carrubba, Presidente dell’Accademia di Belle Arti di Brera 
Italo Piccoli, Docente di Sociologia, Università Cattolica di Milano 
Andrea Villani, Dipartimento di Economia Internazionale, delle Istituzioni e dello Sviluppo, Università Cattolica
Coordina Alberico Barbiano di Belgiojoso Architetto, Docente nel Politecnico di Milano

Il riferimento di base del dibattito è costituito dai volumi: Vittorio Gregotti, Incertezze e simulazioni. Architettura tra moderno e contemporaneo, Skira, Milano 2012, e Jean Clair, L’inverno della cultura, Skira, Milano 2011.

In una fase storica in cui è diffusa l’idea di un declino non soltanto economico, si intende analizzare la situazione per individuare la reale consistenza delle difficoltà, ma anche dei valori e delle positività che si ritiene importante far emergere.

La invitiamo a partecipare a questo incontro, che vuole costituire anche un segno di impegno nella grande trasformazione in atto.

Il Presidente dell’Istituto Europa – Asia Avv. Achille Colombo Clerici

Uniamo un’indicazione degli obiettivi perseguiti dall’Istituto Europa – Asia attraverso il suo gruppo di studio sul tema

Istituto Europa Asia
Gruppo di studio, ricerca, progetto
Città, architettura, ambiente

L’Istituto Europa Asia, considera realtà europee e asiatiche.
Il gruppo di studio stabilisce come suoi obiettivi fondamentali:

* Realizzare un ponte tra culture diverse, per mettere in luce, interiorizzare, godere del meglio di ciascuna di esse;

* Sviluppare, con un approccio essenzialmente interdisciplinare, la conoscenza di queste realtà, attraverso lo studio e la ricerca, a partire dagli ambiti fondamentali.

1. In connessione col Dipartimento di Economia Internazionale, delle Istituzioni e dello Sviluppo dell’Università Cattolica, col Politecnico di Milano e con l’International Design Seminar ‘Urban Culture and Landscape Renewal’, Università di Pavia, è costituito un gruppo di studio su città, architettura, ambiente.

2. Il gruppo ha come obiettivo conoscere e analizzare le esperienze dei principali paesi asiatici, in generale sui temi indicati e sui temi specifici elencati in appendice; confrontarli con l’esperienza italiana e generare linee-guida e ipotesi migliorative per entrambe le realtà.

3. Il gruppo di lavoro raccoglie tutte le informazioni possibili – sui temi del proprio programma – dalla letteratura man mano elaborata in Occidente e nei diversi paesi dell’Asia, e dai vari operatori, quali amministratori, politici, istituti universitari e di studio, ricerca, progettazione: di specifici paesi asiatici, italiani e di altre nazioni.

4. Il gruppo di lavoro stabilisce rapporti con istituzioni pubbliche e private, analizza, valuta e presenta i materiali di interesse attraverso proprie elaborazioni, o invitando questione per questione collaboratori dalle competenze specifiche;

5. comunica alle istituzioni connesse e ai membri esterni – a iniziare dai soci dell’Istituto e dai soggetti presumibilmente interessati – gli esiti del lavoro di elaborazione e ricerca attraverso Internet, nelle varie forme che saranno individuate e costruite, e – nei casi in cui ciò risulterà possibile – anche attraverso stampa.

Il gruppo è composto da

– Benedetto Antonini, Già Direttore generale per la Pianificazione urbanistica del Canton Ticino, Responsabile per la pianificazione urbanistica al Polis-Maker, Como

– Irene Avino, Architetto, Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano

– Alberico Barbiano di Belgiojoso, Architetto, Docente nella Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano

– Angelo Bugatti, Architetto, Docente di composizione urbana e architettonica, Direttore dell’International Design Seminar ‘Urban Culture and Landscape Renewal’, Università di Pavia

– Angelo Caruso di Spaccaforno, Direttore di PolisMaker, Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano

– Ioanni Delsante, Architetto, Docente di composizione urbana e architettonica, Università di Pavia

– Bruna Gabardi Vanoli, Avvocato in Milano, Consulente di Assoedilizia e Confedilizia

– Alberto M. Lunghini, Ingegnere e Architetto, Esperto di mercato immobiliare, Reddy’s Group, Milano

– Luigi Arborio Mella, Consigliere Assoedilizia, Milano

– Paolo Monari, Docente di Organizzazione aziendale, Università di Padova, Microeconomista, Consulente aziendale, PM&C  Milano

 – Pierluigi Roccatagliata, Architetto e urbanista in Milano, già Direttore del Piano Intercomunale Milanese

 – Lanfranco Senn, Docente di Economia Regionale, direttore del CERTeT,  Università Bocconi, Milano

 – Enrico Maria Tacchi, Docente di Sociologia, Università Cattolica di Milano

 – Pier Giuseppe Torrani, Avvocato in ambito amministrativo in Milano, Presidente dell’Associazione Interessi Metropolitani

 – Gianni Verga, Ingegnere, presidente emerito del Collegio degli Ingegheri e degli Architetti di Milano; già Assessore all’urbanistica della Regione Lombardia e del Comune di Milano.

 – Andrea Villani, Responsabile dell’ambito di ricerca ‘Sulla città, oggi” nel Dipartimento di Economia Internazionale, delle Istituzioni e dello Sviluppo dell’Università Cattolica di Milano

I fondamentali temi di ricerca

1. Modalità dello sviluppo urbano – Gli obiettivi perseguiti dalle autorità politiche e dai diversi attori e operatori in termini di assetto fisico e territoriale – Le modalità di governo della città e del territorio nei diversi contesti – La progettazione urbana – Le procedure, la loro gestione, il controllo degli esiti

2. Connotati attuali e criteri adottati per il governo dello sviluppo demografico, residenziale, industriale – Se siano ponibili, o siano stati posti obiettivi attinenti la dimensione demografica, industriale, terziaria, direzionale, e criteri per la scelta dei luoghi – Obiettivi attinenti la qualità urbana – I criteri seguiti per simili scelte – Politiche di incentivo o disincentivo e interventi diretti – Il ruolo dell’innovazione

3. I criteri per le modalità di insediamento delle diverse strutture, residenziali, industriali, terziarie, di servizio – Criteri microurbanistici e criteri macrourbanistici – Metodologie per la progettazione – Verifica del rapporto tra quanto stabilito in termini di piano (o comunque criteri di indirizzo) ed effettiva realizzazione

4. Le modalità di insediamento residenziale – Sviluppo diffuso o per zone definite e prestabilite – Su un’eventuale politica di quartieri urbani – Localizzazione, dimensionamento, tipologia, struttura edilizia

5. Le politiche per l’abitazione a soggetti a basso reddito – Soluzioni finanziarie senza interventi strutturali, o realizzazione di strutture specializzate per questa categoria complessiva di persone – Elementi di specializzazione o mix tipologico e localizzativo con le altre residenze o altre funzioni sul territorio

6. Le politiche per i servizi in attinenza alle diverse funzioni

7. Strategie, tattiche e politiche generali e concrete azioni per rendere la città e il territorio accettabili e validi dal punto di vista ambientale ed energetico – Obiettivi estetici e obiettivi di qualità dell’aria, dell’acqua, e in generale di accettabilità per la tutela della salute

8. Le infrastrutture di mobilità e le reti territoriali – La mobilità urbana e i suoi problemi con riferimenti a concrete città e territori – Le soluzioni adottate, i problemi aperti, le linee e ipotesi di risposta

9. Il tema del verde – Per chi i giardini storici e le aree a verde per l’ambiente, lo sport, la ricreazione delle varie classi di età – Le condizioni per la realizzazione e la tutela delle aree a verde – Chi crea? chi gestisce? Il ruolo delle istituzioni pubbliche e dei privati

10. Sostenibilità ambientale, politiche per il rispetto di obiettivi di risparmio energetico nella realizzazione delle strutture e infrastrutture fisiche private e pubbliche – Risparmio energetico  e politiche per l’energia nello sviluppo urbano

11. Le politiche per l’assistenza all’infanzia e per gli anziani nelle grandi città e sul territorio- Obiettivi, strumenti e metodi in termini organizzativi e di strutture fisiche

12. Obiettivi e azioni di intervento nella città esistente – Che cosa e come conservare dell’eredità del passato – Per quali funzioni, con quali modalità, con quali rapporti col nuovo, per i singoli edifici e per i centri urbani – Concezioni teoriche e prassi al confronto

13. I luoghi dello svago – Obiettivi generali per la grande, la media, la piccola dimensione – Le azioni organizzative e le politiche per la realizzazione di strutture -Le azioni centrali e locali, pubbliche e private

14. I luoghi del commercio – Dalle piazze e vie con le strutture distributive tradizionali, ai grandi centri commerciali – Forma e ruolo degli shopping centers – Dagli obiettivi puramente di vendita di merci alla pluralità di funzioni economiche e sociali – Il tema localizzativo e le alternative progettuali, in connessione con la città esistente e con le nuove espansioni o creazioni urbane

15. Le strutture amministrative e le strutture di ricerca, nell’Università e in altre Istituzioni pubbliche e private – Il loro ruolo per lo svolgimento delle funzioni sopra indicate – La situazione in atto, i problemi aperti, le ipotesi e le proposte di soluzione

 

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa, Istituto Europa Asia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: