Articolo di Milano Post: “A Milano valori catastali rivalutati 2 volte in 5 anni, Assoedilizia protesta: parla Colombo Clerici”

 
L’INCHIESTA: “A Milano valori catastali rivalutati 2 volte in 5 anni, Assoedilizia protesta: parla Colombo Clerici”
 

L’IMU a Milano si paga il doppio. Avete capito bene: oltre al danno, la beffa.

In quattro micro-zone della città, infatti, c’era già stata – prima che quella di Monti e del governo tecnico – una rivalutazione dei valori catastali, dovuta di fatto a una revisione catastale che ha interessato 50 mila unità abitative.

Pensate che i valori storici erano già stati aumentati del 60 per cento. E che, dunque, la calata della rivalutazione voluta da Monti ha finito in queste parti della città per sommarsi a quella precedente: ha del clamoroso, ma è la situazione che vivono i cittadini milanesi che abitano in centro, nell’area che da sud-ovest a nord-est attraversa Corso Magenta, il Duomo, fino a Porta Venezia.

Pensate, per essere non catastrofici ma precisi, che il coefficiente moltiplicatore – voluto da Monti e applicato a tutte le città italiane – per questi milanesi si sovrapporrà alla moltiplicazione già effettuata in precedenza, e dunque comporterà un incremento IMU del 250 per cento (con alcune agevolazioni soltanto per immobili locati).

Abbiamo intervistato Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia, l’associazione milanese della proprietà edilizia. «La precedente rivalutazione» – ci spiega Colombo Clerici – «fu deliberata dal Comune di Milano nel 1998, e si tradusse in applicazione nel 2004, ma ci sono diverse contraddizioni».

Ci dica…
«L’articolo 1 comma 135 del 2004 stabilisce che tale rivalutazione s’intende facoltativa, non obbligatoria; ecco perché, quindi, l’applicazione della rivalutazione avrebbe dovuto essere decisa in Consiglio Comunale, non dai funzionari comunali. Assoedilizia considera illegittimo quanto è avvenuto qua in città».

E poi è arrivata la seconda rivalutazione, quella di Monti…
«E a questo punto ci saremmo aspettati che il Comune intervenisse, parlasse al governo, e spiegasse loro che qui, a Milano, la rivalutazione – pur illegittimamente come ho appena detto – l’avevamo già fatta! E invece nel dicembre scorso sono stati zitti, e hanno imposto a moltissimi milanesi questo raddoppio…»

E’ una situazione che ha del clamoroso…
«Certo, anche perché dobbiamo sottolineare la sperequazione dei valori. Oltre a essere illegittima, la situazione di Milano è anche anomala: perché non è possibile che una casa in Foro Bonaparte sia considerata dello stesso valore di un’altra in viale Pasubio! Così come, al contrario, ci sono case che si trovano in un’altra micro-zona solo perché hanno un numero civico diverso da qualchedun’altra. E’ una situazione kafkiana, e a pagare sono soltanto i cittadini».

Dunque i problemi sono due. Una prima rivalutazione che non sta né in cielo né in terra, e una seconda rivalutazione – quella nazionale – che si sovrappone come una vera e propria spada di Damocle.
«Sì, e noi di Assoedilizia l’abbiamo fatto presente: ma non abbiamo mai ottenuto risposta».

A questo punto che cosa si può fare?
«Le dico con amarezza che c’è una totale mancanza di ascolto. L’ente impositore, in qualità di apparato, ha una forza immensa rispetto al cittadino e alle associazioni come noi…»

Qual è la cosa che le fa più male?
«Non voglio credere alla mala fede, ma senza dubbio questa burocrazia è inaccettabile: perché le leggi dovrebbero essere uguali per tutti, ma in questo caso vediamo come le cose non stiano nient’affatto così».

Salvatore Todaro

Articolo pubblicato su www.milanopost.info

 

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: