Cina Città – Comunità Cinese a Milano, Via Paolo Sarpi Convegno – Istituto Europa Asia

Il Futuro di Via Sarpi a Milano

Marcello Menni

L’Istituto Europa Asia, presieduto da Achille Colombo Clerici, ha partecipato con un suo rappresentante alla tavola rotonda organizzata dalla Associazione Vivisarpi e dal Cooordinamento dei Comitato Milanesi sul futuro della quartiere Paolo Sarpi.

L’incontro, anche per la presenza di un folto gruppo di abitanti del quartieri piuttosto critici sull’impatto della componente cinese sulla comunità locale, è stato visto dagli organizzatori, ed in particolare dall’ing. Salvatore Crapanzano, come un’occasione di un rilancio del dibattito fra la comunità cinese, in crescita e sempre più convinta delle proprie istanze, e la popolazione italiana, che ha assistito ad un radicale cambiamento del proprio quartiere in pochi anni.

L’assessore Majorino ha rimarcato il ruolo di favore del Comune a favore della integrazione specificando però che il nuovo PGT inibisce la presenza dei grossisti, che tante polemiche provocano, nella zona di Sarpi.
Su questo punto il Comune, ha detto, è disposto alla comunicazione, ma non alla mediazione, auspicando che la comunità cinese non obblighi,  con forti prese di posizioni contrarie, all’uso della forza.

L’assessore De Cesaris ha evidenziato come l’area sarà sempre più soggetta a interventi volti al miglioramento della qualità della vita e dell’attrattività del quartiere, anche in termini turistici.

Ha ricordato il progetto della nuova sede della Fondazione Feltrinelli, che rilancerà la vita sociale della zona.
Ha, inoltre, sottolineato che edifici pubblici o a vocazione pubblica devono essere messi a disposizione della collettività.

E’  intervenuta pure la professoressa, Paola Brianta, ora docente all’University College. Esperta nella gestione dei rapporti fra comunità ha ricordato che in altri contesti – come quello londinese – ci sono mix di comunità diverse ben più eterogenee che a Milano e che lo scopo è comunque quello di costruire una comunità dialogante e che sappia esprimere le proprie priorità e mettere a tema i propri disagi.

La segretaria dell’Associazione Aleni, prof.ssa Jia Yaquin, isitituzione nata per la promozione culturale della comunità cinese, ha fornito un quadro sull’organizzazione della comunità, che si presenta piuttosto frazionata, come testimonia l’esistenza di numerose associazioni di commercianti; eppure consapevole della propria forza e della necessità di un dialogo con gli abitanti italiani, come in una grande famiglia.

Piuttosto critico l’intervento del Viceconsole cinese a Milano, Hualong Yan, desideroso di aumentare un dialogo, a suo parere fino ad oggi scarso, con le autorità comunali.

 

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa, Istituto Europa Asia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: