(Riceviamo e pubblichiamo) Intervento all’ Incontro Confedilizia in data 21 Novembre 2013 Roma – Carla Limido

In qualità di socia di Assoedilizia e operatrice nel settore immobiliare ritengo fondamentale esporre per un settore allo stremo alcune proposte operative urgentissime.

Debbo chiarire che gli innalzamenti delle aliquote, le patrimoniali IMU e le rigidità delle normative portano diritto alla diminuzione del gettito d’imposta (come da curva di Laffer ossia quando il prelievo raggiunge un certo limite il gettito diminuisce).

L’immobiliare è ora stretto in una morsa di deflazione degli utili e di inflazione degli oneri fiscali, manutentivi con lunghi periodi di sfitto per mancanza letterale di richiesta.

Pertanto, per impedire che il gettito tracolli alcune misure fondamentali:

1) Fondamentale il mantenimento e l’allargamento della cedolare a società/imprese e ai contratti commerciali, in senso biunivoco.

Se abolita, le conseguenze saranno pressione fiscale insostenibile, con fallimenti e svalutazioni, buona parte del patrimonio immobiliare in vendita, con conseguenze sul sistema bancario forse addirittura insostenibili.

2) Revisione della morosità incolpevole. Provvedimento addirittura letale e, a mio parere, incostituzionale.

Di fatto essa si costituisce come esproprio, ma più grave, in cui il proprietario mantiene il dovere delle imposte, degli oneri manutentivi, patrimoniali, tasse locali, condominio, senza il diritto al pagamento.

Le conseguenze saranno gravissime: svalutazione del valore degli immobili, aumento della violenza, fallimenti dei condomini e conseguenze sul sistema bancario di tenuta.

Alterare le aliquote, introdurre patrimoniali larvate, modificare istituti di diritto secolare può portare ad un effetto domino gravissimo.

Se si vuole maggiore gettito, occorre abbassare le aliquote, non alzarle e attirare così investimenti.

3) Riforme sulle norme delle locazioni commerciali, che risalgono al 1978, norme come fossili di un passato dirigista in un mondo liberalizzato. Urgente incidere sulla libertà di durata dei contratti, sulla abolizione dell’istituto delle 18 mensilità per la perdita dell’avviamento commerciale in un contesto commerciale trasformato in base a principi di concorrenza e temporaneità. Abolire l’obbligo del locatore di assumere come prosecutore del contratto soggetti scelti dal conduttore ed immessi in proprietà privata senza alcuna referenza commerciale, ma con l’obbligo di assumersi ogni rischio economico per altri. Oggi pericolo mortale, con passaggi di licenze, queste sì liberissime, in un carosello ormai di schema Ponzi vuoto di ogni contenuto.

Tali norme bloccano il naturale corso deflazionistico delle locazioni e inducono fallimenti e sfratti, con ulteriore perdita di gettito.

4) Ripristino della deduzione del 15% forfettario per manutenzioni, per evitare di far pagare imposte anche sulle spese.

5) Semplificazione radicale delle modalità di gestione e di rapporti con la P.A. sempre più complesse, dannose e autoreferenziali.  A titolo di esempio nel 2013 il Comune di Milano, per accedere all’IMU agevolata per immobili locati, ha preteso l’inoltro di documentazione imponente ed inutile, perché già posseduta dagli uffici, paralizzando per settimana l’attività lavorativa degli uffici privati in un momento quanto mai delicato.

A conclusione, desidero ribadire a gran voce che la situazione dell’immobiliare è agli ultimi e, data l’interconnessione con il sistema bancario, se non si procederà rapidamente ad una riduzione drastica delle aliquote, a riforme e sburocratizzazione, sarà davvero una brutta fine.

 

 

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa, Istituto Europa Asia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: