Graffiti Selvaggi Milano – CPM Consulta Periferie Milano Convegno Urban Center – “Dar Casa”

ASSOEDILIZIA
Informa

 

DAR CASA E GRAFFITI, NUOVO INCONTRO DI CONSULTA PERIFERIE MILANO

CPM-Consulta Periferie Milano coordinata da Walter Cherubini organizza un incontro lunedì 14 aprile 2014 – ore 17.30-19.15 all’Urban Center di Milano, Galleria Vittorio Emanuele II° sui temi  “Dar Casa” nei quartieri periferici

– Che città è Milano, che lascia inutilizzati 8.000 appartamenti di proprietà pubblica? Con interi quartieri dove il “male dell’abitare” è palpabile? Un altro abitare è possibile e sui graffiti selvaggi.

Riprendendo il tema dell’abitare: l’intendimento è quello di mettere in connessione una serie di riferimenti che, a vario titolo, sono già ora “parte della soluzione” dell’abitare, anche per proporre alla città, nelle sue varie articolazioni, una proposta positiva – capace anche di un confronto sia dal punto di vista sociale, che da quello economico, i costi di ristrutturazione della cooperazione abitativa sono inferiori del 50% di quelli degli interventi pubblici, quelli delle autogestioni del 30% – e di una relativa assunzione di responsabilità.

A partire dal libro “DAR CASA. Cronaca di un sogno realizzato”, sono previsti i seguenti contributi:

– Piero BASSO, Autore del libro “DAR CASA”
– Sergio D’AGOSTINI, Cooperativa DAR Casa
– Giovanni POLETTI, ABITARE società cooperativa
– Michele VALTORA, Comitato Autogestione ALER Gratosoglio
– Achille COLOMBO CLERICI, ASSOEDILIZIA Milano
– Raffaele PUGLIESE, Politecnico di Milano
– Aldo UGLIANO, Presidente Consiglio di Zona 5
– Paolo LIMONTA, Ufficio Relazioni con la Città del Comune di Milano

Ciò premesso, CPM ritiene che il tema della gestione del patrimonio edilizio pubblico non possa essere esclusivamente di Aler e relativi inquilini, poiché è un bene di tutta la città. Anzi, forse è stata proprio questa sorta di esclusività – con il resto della città un po’ disattento – a portare alla situazione odierna.

Anche l’attuale tema della “governance” non può essere disgiunto dalla necessità di una “rigenerazione socio-abitativa” che, tra l’altro, può avvenire con l’inserimento di popolazione “forte” in un contesto sociale debole, a partire dall’utilizzo di 600 appartamenti “sottosoglia”. (sostanzialmente monolocali) attualmente non utilizzati (v. proposta).
In proposito, ci sono realtà disponibili ad assumere la gestione di significative quote di abitazioni.

Quindi, il percorso avviato intende collegare tutta una serie di realtà che a vario titolo hanno qualcosa da dire sull’ “abitare”, anche nel  tentativo di determinare un’attenzione cittadina sul tema. Tra queste, sicuramente Assoedilizia.

Oltre a ciò, in relazione a quanto espresso dal presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici in tema di graffiti selvaggi, alla luce di tutta una serie di iniziative di cosiddetto “cleaning” promosse da alcune associazioni di cittadini, CPM ha avviato alcune considerazioni ed ipotesi operative che potrebbero affiancarsi in percorsi virtuosi di “progettazione partecipata”, anche in vista di una adeguata presentazione di Milano all’appuntamento dell’Expo.

foto presidente 95

Annunci
Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: