Il 73,4% delle famiglie italiane è proprietario della abitazione in cui vive. – Dati Istat 2013 – Effetti distorti sulla fiscalità comunale e statale. – Assoedilizia

A s s o e d i l i z i a
Property Owners’ Association Milan Italy

 

Secondo i dati dell’Annuario Istat del 2013, il 73,4% delle famiglie è proprietario della abitazione in cui vive.

Dichiarazione del presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici:

“La fiscalità comunale.

Poiché i servizi comunali sono e saranno ormai finanziati esclusivamente dalla fiscalità immobiliare, il dato sopra riferito significa che quasi tre quarti delle famiglie italiane godono degli stessi senza pagarli o pagandoli in modo molto ridotto (attraverso la Tasi che vale circa  un decimo dell’Imu).

Il sistema è distorsivo.

Per evitarne le distorte conseguenze, l’esenzione Imu per l’abitazione principale andrebbe realizzata non direttamente attraverso il mancato versamento al comune, ma indirettamente, mediante una detrazione dalle imposte erariali.

*     *     *

Imposte erariali

Il dato significa inoltre che oltre il 50% del patrimonio abitativo italiano è passato, negli anni, da un regime di soggezione fiscale (anche ai fini della imposizione sui redditi; se quasi tutti gli italiani vivono in casa di proprietà vuol dire che pochi vivono in affitto e si è ridotto il gettito Irpef-Ires dalle locazioni) ad un regime di esenzione fiscale.

*      *      *

I dati fiscali Internazionali

A proposito poi dei dati statistici internazionali riguardanti l’imposizione fiscale sugli immobili, stilati dagli enti internazionali (Ocse, Eurostat), essi non “fotografano” il grado di incidenza del carico fiscale sul settore immobiliare, bensì rappresentano solo il rapporto tra il gettito fiscale ed il PIL.
Per determinare il grado di incidenza occorre introdurre una variabile, cioè l’entità degli immobili che concorrono a formare il gettito.
Ed è chiaro che in Italia, con una quota di immobili assoggettati alle imposte di gran lunga inferiore a quella di altri Paesi europei, chi paga, paga doppio.
Altro che poco più della media europea.”

Foto: Achille Colombo Clerici con il Vice Direttore della Agenzia delle Entrate Gabriella Alemanno

Achille Colombo Clerici con il Vice Direttore dell'Agenzia delle Entrate Gabriella Alemanno

Annunci
Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: