“Le periferie protagoniste” Il Giorno QN 4 aprile 2015

“Le periferie protagoniste”
Il Giorno QN 4 aprile 2015

Achille Colombo Clerici*

Renzo Piano sostiene che vi sia necessità di  ricucire le periferie con il centro della città e sta lavorando ad un progetto con questo obiettivo: perché periferia è marginalità non soltanto “fisica”, è metafora della condizione sociale che viviamo all’interno dei nostri paesaggi urbani.
 Spesso nell’assecondare la tendenza all’espansione, le amministrazioni comunali non si sono curate di cercare un modulo unificante rispetto al centro della città. Ogni periferia ha bisogno  di luoghi identitari per permettere a chi vi risiede di riconoscersi in essa, e  perciò di rispettarla e di amarla.  Periferie vivibili fanno vivibile la città. Pensiamo ad esse come a membra e al centro metropolitano come al corpo: indispensabili le une all’altro e viceversa per vivere.

Se la città ha un’anima, essa si trova nelle periferie.  Per favorirne la formazione il cardinal Gianfranco Ravasi suggerisce il criterio della interculturalità.  Certo, nel centro storico si concentra un importante milieu sociale, vi si ritrovano i più importanti monumenti, si svolgono eventi di valenza nazionale e internazionale, quanto mai pubblicizzati; ma l’anima dei centri storici, cosmopolita  e omogeneizzata da una cultura che tende al globale,  è molto simile a Milano come a Napoli, a Roma, a Parigi, a New York.  L’ identità piu’ genuina di una città, non legata alla  sua èlite, si riscontra proprio nelle periferie. Permane, anacronisticamente in un’epoca di globalizzazione della comunicazione, una dicotomia, matrice di diseguaglianze, tra centro e periferia. La rivalutazione di quest’ultima può venire dalla Città Metropolitana nella quale le attuali periferie sono destinate a diventare centri di raccordo con i comuni delle nuova realtà amministrativa. La Grande Milano indica la via da seguire.

Se ne è parlato ad un seminario organizzato dal Coordinamento dei Comitati Milanesi, dove è stato presentato un  sondaggio Ipsos secondo il quale le periferie presentano situazioni di degrado e di insicurezza accanto a nuovi e vitali fenomeni di centralità e di attrattività.

Secondo un censimento della Consulta Periferie Milano, nei quartieri all’esterno del centro storico. nel solo mese di marzo 2015. si sono svolti oltre 150 eventi a ingresso libero: concerti, rappresentazioni teatrali, visite guidate, conferenze, manifestazioni sportive, corsi scolastici per immigrati e non, e tanto altro, a cura di oltre 700 enti e associazioni. L’informazione è garantita da giornali, radio e tv locali. Ma scarsi o nulli sono i tentativi di rapportare questa stupefacente vivacità culturale  al centro storico.

* Presidente Assoedilizia

M2R_3563

Annunci
Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: