San Gottardo, traforo, AlpTransit – Expo Padiglione Svizzera – Presentazione giugno 2015

Istituto Europa Asia IEA
EUROPASIA
Europe Asia Institute

L’imponente opera ferroviaria presentata dalla Consigliera federale Loris Leuthard

AL PADIGLIONE SVIZZERO DI EXPO E’ SCATTATO IL CRONOMETRO DEL GOTTARDO

Colombo Clerici: “La tratta ad alta capacità Genova-Rotterdam modificherà in Europa le rotte commerciali ed i rapporti con i mercati asiatici”

Uno speciale orologio per il conto alla rovescia è entrato in funzione nel padiglione svizzero di Expo: indica il tempo che manca all’apertura della galleria ferrovia del San Gottardo, fissata da tempo per il primo giugno 2016. Ad azionare il contatore la Consigliera federale Doris Leuthard che ha presentato questa grandiosa opera – 57 km di lunghezza, il tunnel ferroviario più lungo del mondo – di grande importanza per la Svizzera e per l’Europa, in particolare per l’Italia.  E’ la componente principale del progetto AlpTransit che, con un investimento di 20 miliardi di franchi svizzeri, renderà più agevole il transito tra il nord e il sud del Continente.

“Ma il futuro dei trasporti ferroviari europei – afferma Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia e dell’Istituto Europa Asia – è ancora più affascinante. Con la nuova tratta Milano-Genova le merci provenienti via mare dai grandi mercati asiatici raggiungeranno le aree industriali del nord senza transitare per Gibilterra, con grandi vantaggi per il contenimento dei costi e per lo sviluppo delle aree attraversate dalla ferrovia. Valido ovviamente anche il discorso inverso, aree del nord-mercati asiatici”.

La galleria di base del Gottardo – si chiama così perché non presenta particolari variazioni di altitudine rispetto alle due pianure che collega –  permette di potenziare il corridoio Reno-Alpi, uno dei collegamenti più importanti d’Europa con la possibilità di proseguire verso Genova, per quanto concerne il traffico merci. Grazie a tempi di percorrenza inferiori, le regioni della Svizzera, ma anche della Germania e dell’Italia, saranno più vicine tra loro.

La nuova ferrovia di pianura modernizzerà il traffico merci: i treni non dovranno più affrontare notevoli pendenze e il percorso si accorcerà di circa 30 km rispetto all’attuale tratta di montagna. La nuova galleria aumenterà in modo rilevante le capacità del traffico merci ferroviario. In futuro sulla tratta potranno viaggiare sino a 260 treni merci e 65 treni viaggiatori al giorno, spostando dalla strada alla rotaia l’equivalente di 600.000 tir all’anno.

“Più di centotrenta anni fa venne aperta la galleria ferroviaria del San Gottardo, grazie a un finanziamento congiunto di Svizzera, Germania e Italia, perché aveva un respiro internazionale”, ha affermato Doris Leuthard.

“Anche questa nuova galleria di base, che per noi rappresenta l’opera del secolo, ha una dimensione europea e favorirà una mobilità sostenibile e intelligente”. Ma il successo del nuovo San Gottardo per il trasporto intermodale dipenderà molto da quando e come gli stati confinanti adegueranno le loro connessioni ferroviarie. Leuthard si aspetta che i vicini italiani e tedeschi rispettino i tempi d’attuazione delle opere di connessione. La tratta dal confine svizzero a Milano, quella definita strategica, è a buon punto, mentre potrebbe avere ritardi quella che transita da Luino e raggiunge Novara.
Questa seconda tratta interessa più gli svizzeri che gli italiani, quindi Berna ha stanziato fondi anche per i lavori sul territorio italiano. Comunque, se la constatazione ci può consolare, anche i tedeschi sono in ritardo, mentre fondamentali restano gli interporti per trasferire il traffico merci dalla strada alla rotaia. Il più importante in Italia sarà Milano Smistamento, che verrà potenziato.

Foto d’archivio: da sin. Achille Colombo Clerici, Roberto Maroni, Massimo Baggi

Achille Colombo Clerici, Roberto Maroni, Massimo Baggi

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa, Istituto Europa Asia

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: