Festa della Repubblica Italiana 2 giugno 2016 – Cerimonie di Como e Lugano – Prefetto di Como e Console Generale d’Italia a Lugano

Istituto Europa Asia IEA
EUROPASIA
Europe Asia Institute

La Festa della Repubblica Italiana a Como e Lugano

QUANDO IL PRIMO VOTO A SUFFRAGIO UNIVERSALE CAMBIO’ LA STORIA D’ITALIA

Achille Colombo Clerici ricorda in territorio elvetico il ruolo della Svizzera in favore di chi si batté per la riconquista dei valori universali di libertà e di democrazia.

Nell’Aula Magna del Politecnico di Como (anziché in piazza Cavour, come previsto inizialmente, causa maltempo) si è svolta, con grande partecipazione – invitato il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici – ,  la manifestazione celebrativa del 70° Anniversario della proclamazione della Repubblica.
Ad accogliere le rappresentanze dei comuni della provincia lariana e delle forze armate il prefetto Bruno Corda e il sindaco di Como Mario Lucini.
Nell’occasione è stato celebrato anche il 70° anniversario del voto alle donne che, nel 1946, per la prima volta furono chiamate a partecipare alle consultazioni amministrative e al Referendum istituzionale, nonché all’elezione dell’Assemblea Costituente.

Corda ha letto il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel quale si esaltano “i valori di libertà, giustizia, uguaglianza fra gli uomini e rispetto dei diritti di ognuno e dei popoli che sono, ancora oggi, il fondamento della coesione della nostra società ed i pilastri su cui poggia la costruzione dell’Europa. Dalla condivisione di essi nasce il contributo che il nostro Paese offre con slancio, convinzione e generosità alla convivenza pacifica tra i popoli ed allo sviluppo della comunità internazionale”.

Sempre nel solco del rafforzamento del legame tra le Istituzioni e le giovani generazioni, sono avvenuti interventi di Faustina Clerici sul ruolo delle donne in politica e di un rappresentante della Consulta provinciale degli studenti.
Durante la cerimonia sono state consegnate, agli insigniti residenti nella provincia, le Onorificenze dell’Ordine “Al Merito della Repubblica Italiana”, le Onorificenze “Stelle al Merito del Lavoro” e le “Medaglie della Liberazione”.
Tale distinzione onorifica, che vanta l’alto patrocinio della Presidenza della Repubblica, è stata conferita dal ministro della Difesa il 25 aprile 2016 ai partigiani, agli ex internati nei lager nazisti, nonché ai combattenti inquadrati nei reparti regolari delle Forze armate. E’ stata inoltre consegnata una copia della Costituzione ad alcuni neo diciottenni di Como.

Al termine della cerimonia ha avuto luogo un concerto musicale eseguito dalla Filarmonica cittadina “Alessandro Volta”.

Nel pomeriggio in Piazza Duomo sotto il Broletto, la Banda Baradello ha eseguito alcuni brani per la cittadinanza.

Anche  al Consolato Generale d’Italia a Lugano, Sala Cattaneo, si è celebrata la Festa della Repubblica.

Il Console Generale d’Italia a Lugano, Ministro Marcello Fondi, nel suo intervento di saluto, ricordando l’importante presenza dei nostri connazionali nel Ticino ( 120 mila italiani ), ha riportato il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ed  ha ringraziato, riportando le parole del Premier Matteo Renzi, il Governo ed il popolo  svizzeri per l’impegno profuso nella realizzazione della direttrice ferroviaria AlpTransit-Gottardo, che avrà un decisivo rilievo nel collegamento tra l’Europa centrale ed il Mediterraneo.
Presenti alla cerimonia il Prefetto di Como Bruno Corda, con la Consorte, il Sindaco di Lugano, il vice Sindaco di Campione d’Italia, l’Associazione Carlo Cattaneo nelle persone del Presidente Giancarlo Dillena e dell’emerito Paolo Grandi, Lino Terlizzi, Marcello Foa’.

Invitato all’evento il Presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici che così ha commentato: “La
celebrazione della ricorrenza  della Festa della Repubblica in una terra che vede una forte ed operosa presenza di nostri connazionali significa rinnovare e rinsaldare i rapporti
 
della comunità italiana con la madrepatria; e, nel contempo, rinvigorire le relazioni di amicizia, istituzionali, culturali, economiche tra i due Paesi.

E’ l’occasione anche per ricordare l’importante ruolo svolto dalla Svizzera in favore di chi, negli anni bui della guerra, si batteva per la riconquista dei valori universali di libertà e di democrazia che tanto ci premevano e ci premono”.
Foto:

– Colombo Clerici con Bruno Corda

M2R_6220
– Colombo Clerici con Marcello Fondi

– Colombo Clerici con Marcello FondiAchille Colombo Clerici con il Console Generale d'Italia a Lugano Ministro Marcello Fondi.

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: