Premio Maestri Comacini 2015, i vincitori – Organizzato dall’Ordine degli Architetti Paesaggisti Pianificatori Conservatori della provincia di Como – Assoedilizia informa – Luglio 2016

A s s o e d i l i z i a
Associazione della Proprietà Edilizia
Milano

Informa

 

Organizzato dall’Ordine degli Architetti Paesaggisti Pianificatori Conservatori della provincia di Como

PREMIO MAESTRI COMACINI 2015, I VINCITORI

Si è tenuta nella sede dell’Ordine degli Architetti PPC di Como, la premiazione dei vincitori dell’edizione 2015 del Premio triennale di Architettura Maestri Comacini. Nella medesima serata si è svolta l’inaugurazione della Mostra dei progetti partecipanti al Premio. Sarà possibile visitare l’esposizione fino all’ 8 agosto 2016. Accompagna la mostra un catalogo delle opere partecipanti, a cura di Lorenza Ceruti e Emanuela Galfetti, con progetto grafico di Anna Galfetti.

Il Premio Maestri Comacini, indetto dall’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Como, con il patrocinio e contributo dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Como e dell’Ance Como, riguarda le opere realizzate sul territorio comasco e completate tra il 1°Gennaio 2012 ed il 31 Dicembre 2014. Il premio riconosce la qualità del progetto e dell’opera, intesa come espressione culturale tra progettista, impresa esecutrice e committenza, secondo la filosofia dei “Maestri Comacini”.

Come di consueto oltre al premio in denaro, pari a 1000 euro per il vincitore di ognuna delle categorie, è stata consegnata ai vincitori e ai menzionati un’opera d’arte realizzata per l’occasione. L’edizione 2015 ha visto la partecipazione di Marco Vido con l’opera “Angels per Premio Maestri Comacini 2015”.

All’edizione 2015 del Premio Maestri Comacini hanno partecipato 28 progetti, così suddivisi:
– 11 progetti per la Categoria A Nuove Costruzioni
– 8 progetti per la Categoria B Recupero di costruzioni esistenti
– 3 progetti per la Categoria C Spazi urbani ed infrastrutture
– 6 progetti per la Categoria D Architetture d’interni.

La giuria, presieduta dall’arch. Nicola Di Battista, Direttore della Rivista Domus ( rappresentante nominato dall’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Como) e composta da arch. Patricia Viel, dello studio Antonio Citterio Patricia Viel and Partners, (rappresentante nominato dall’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Como), arch. Stefano De Angelis, Professore aggiunto della Henan Polytecnic University (rappresentante nominato dall’Ance Como), ing. Augusto Allegrini, Presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Pavia e  della Consulta Regionale degli Ordini degli Ingegneri Lombardi (rappresentante nominato dall’Ordine degli Ingegneri), si è riunita il giorno 15 marzo 2016. I lavori della giuria si sono svolti alla presenza dell’arch. Lorenza Ceruti, Segretario del Premio, nominato dal Consiglio dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Como.

Sia per la Categoria B (Recupero di Costruzioni esistenti) che per la Categoria D (Architettura d’Interni) i progetti vincitori appartengono a professionisti che all’atto dell’inizio lavori dell’opera non avevano compiuto il 35° anno di età.

Ecco i progetti vincitori:

1° Premio Categoria A Nuove Costruzioni:
Titolo dell’opera: Via Volta 16 – Erba
Progettisti arch. Marco Ortalli e arch. Dario Cazzaniga
Strutturista: DSC Erba srl
Impresa Esecutrice:  Brusadelli srl -Cesana Brianza (Lc)
Committenti: Sice srl
 Cesana Brianza (Lc)
Signori Sartori/Colombo

1° Premio Categoria B Recupero di costruzioni esistenti
Titolo dell’Opera: Casa G
Progettista arch. Lorenzo Guzzini
Strutturista: ing. Amalio Peduzzi
Impresa Esecutrice:  BBT COSTRUZIONI – Como
Committente: Stefano Guzzini e Tiziana De Witt

1° Premio Categoria C Spazi urbani ed infrastrutture
Titolo dell’opera:
 Ponte del Chilometro
Progettista: arch. Paolo Brambilla, arch. Renato Conti, arch. Corrado Tagliabue, Ing. G.Michele Colombo
Collaboratori: arch. Martina Iapichino
Impresa Esecutrice: Officine Manganiello S.r.l – Afragola (Na)
Committente: Camera di Commercio di Como
Ente Appaltante: Comune di Como Lavori Pubblici

1° Premio Categoria D Architetture d’interni
Titolo dell’opera: Appartamento VM – Cantù
Progettista Lopes Brenna architetti – arch. Cristiana Lopes, arch. Giacomo Brenna
Impresa Esecutrice: Urru Nicola
Committente: Viola Brenna Marco Cappelletti

Menzione Categoria A Nuove Costruzioni
Titolo dell’opera:
 Villa G – Guanzate (Co)
Progettista Arkham Project – arch Luca Ambrosini, arch. Marco Longatti con arch. Michele Zamperini
Strutturista: ing Andrea Zaffaroni
Impresa Esecutrice: Guffanti A. Costruzioni

Menzione Categoria B – Recupero di costruzioni esistenti: Serra piccola del Grumello
Progettisti: Arch. Paolo Brambilla, Arch. Elisabetta Orsoni, Arch .Corrado Tagliabue
Collaboratori: Arch. Martina Iapichino, Arch. Veronica Marelli
Impresa Esecutrice: Rossetti carpenteria metallica – Faggeto Lario (Co)
Committente: Associazione villa del Grumello

Hanno partecipato al Premio Maestri Comacini 2015:

Per la categoria A- Nuove costruzioni: ing Aldo Bernasconi con la trasformazione dell’ex garage Milano in caserma per la polizia locale a Campione d’Italia-Como, arch. Marco Castelletti con la palestra per le scuole elementari di Cadorago(Co), Architetto Mario Feltri con RES PO a Pognana Lario(Co), architetto Paolo Donà e architetto Marco Frontini con l’ampliamento del cimitero di Guanzate(Como), architetto Roberto  Ghioldi e architetto Anna Ghirardello con Casa bifamiliare a Faloppio(Co),architetto Paolo Muscionico con Residenza Orleander in Campione d’Italia, architetto Sergio Beretta con ME+MO a Como, architetto Fabio Bianchi con edificio plurifamiliare in via T Ciceri a Como, architetto Fabio Bianchi con Julian Andres Cordoba con Villa unifamiliare in via Panoramica san Pietro a Como.

Per la categoria B- Recupero di costruzioni esistenti: arch. Roberta Fasola con Loft vista lago a Blevio(Como), arch. Marco Castelletti casa a Civenna (Como), arch. Marco Mazzocchi Villa Dora a Cernobbio(Como), arch. Dario Valli e arch. Arianna Lorini con Edificio in Como via Zezio/via Ferrari, arch. Davide Adamo con Casa Romanova a Campione d’Italia, arch. Stefano Larotonda con Casa Atelier al Castello Pietrasanta a Cantù.

Per la categoria C- Spazi urbani e infrastrutture: architetto Paolo Albano con monumento in memoria dell’ing. Alessandro Rossi fondatore a Sagnino della storica industria italiana di fermodellismo Rivarossi, architetto Paolo Brambilla, architetto Elisabetta Orsoni e architetto Corrado Tagliabue con Ponte del Grumello a Como.

Per la categoria D-Architetture d’interni: architetto Marco Ortalli con Nuova pasticceria Sartori in via Volta a Erba(Co), Lopes Brenna Architetti- arch. Cristiana Lopes, arch. Giacomo Brenna con Appartamento EG- Como e Appartamento AV Como, Arkham Project- architetto Luca Ambrosini, architetto Marco Longatti con architetto Tomas Colaprisco con Villa T a Brienno(Como), architetto Dario Valli, architetto Carla Clerici con Baita in Cerano d’Intelvi(Co), in località Pian d’Alp.

Foto d’archivio: Il presidente IEA Achille Colombo Clerici con il Ministro per l’ambiente Gian Luca Galletti

Achille Colombo Clerici con Gian Luca Galletti 

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: