Forte dei Marmi e Carlo Carrà – Presentazione del libro “Ieri, oggi e domani. Un itinerario di Carlo Carrà in Versilia” Agosto 2020

Istituto Europa Asia, Europasia, informa

 

A Villa Giulini di Forte dei Marmi presentazione del libro “Ieri, oggi e domani. Un itinerario di Carlo Carrà in Versilia”

L’ARTISTA CHE TRASFORMAVA IN ARTE IL PAESAGGIO

A Villa Giulini di Forte dei Marmi è stato presentato il libro “Ieri, oggi e domani. Un itinerario di Carlo Carrà in Versilia” di Maria Adriana Giusti, Cristina Acidini e Fernando Mazzocca.

Il titolo, che richiama il famoso film degli anni Sessanta con la Loren e Mastroianni, contiene in sé il messaggio della iniziativa: ricchi dei valori storici e forti della attuale realtà socio-culturale, ambientale, e di conseguenza  economica della Versilia, sentiamo il dovere di difendere questi valori per tutelarli e tramandarli, intatti e semmai potenziati, alle prossime generazioni.

L’iniziativa fa parte del programma culturale dell’Ente per le Ville Versiliesi presieduto da Fernanda Giulini. In particolare è previsto il posizionamento di due nuove riproduzioni di quadri di Carrà: al Ponte del Principe e nella piazza Eugenio Montale che diventerà così, afferma Giulini, il fulcro del percorso che si snoda verso il mare, la chiesa e il Fiumetto sino a Marina di Pietrasanta.

Dopo i saluti del sindaco di Forte dei Marmi, Bruno Murzi, gli interventi di Maria Adriana Giusti (Versilia, paesaggio d’arte e di artisti), di Fernando Mazzocca ( All’ombra delle Apuane, Echi letterari, artistici e mondani di una terra incantata), e di Cristina Acidini ( Il tosco lido, da Petrarca al web ), hanno proposto un percorso evocativo e rievocativo che parte dalla Versilia storica, trecentesca e rinascimentale, la Versilia medicea, per arrivare, con un itinerario che inizia dalla descrizione petrarchiana del litorale, antesignana della visione dannunziana “ da Luni a Populonia”, attraverso Michelangelo sull’Altissimo (col Monte Forato e i bambini di Michelangelo) alla ricerca del marmo bianco per le chiese dei Medici, il cadavere di Percy Bysshe Shelley bruciato sull’arenile di Viareggio, Alessandro Manzoni nel 1846 a Montignoso per trovare la figlia Vittoria, a Eugenio Montale e Gino Bartali tumulati nel cimitero di Ponte a Ema. Tra le personalità intervenute, oltre al presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici con la consorte Giovanna, e il direttore d’orchestra maestro Alberto Veronesi, l’avv. GianBattista Origoni della Croce con la consorte Chiara; il Presidente Eugenio Giani; il Sindaco di Forte dei Marmi dott.Bruno Murzi; la dott.ssa Valentina Fogher per il Comune di Pietrasanta, l’avv. Paola Alessandrini Fornari, Vice Presidente dell’Ente per le Ville Versiliesi;il dott. Alberto Ricasoli Firidolfi, Consigliere dell’Ente per le Ville Versiliesi, Firenze; la signora Cecilia Matteucci Lavarini, grande collezionista di alta moda, Bologna; la Principessa Vittoria Colonna di Stigliano, Lucca; i Principi Ferrante e Camilla Lucchesi Palli, Vienna; la Contessa Aristea Bruguier, Roma.

Presente la nipote dell’artista Laura Carrà che ha rievocato, con divertenti aneddoti, gli incontri canori, tra il nonno Carlo ed il poeta Eugenio Montale.

E’ intervenuto il direttore d’orchestra Alberto Veronesi, parlando dei personaggi delle opere pucciniane che esprimono l’idea della morte, realtà nichilista fosca e senza speranza, termine dei valori.

Il pittore giapponese Satoshi Dobara ha presentato un’opera pittorica composta per la celebrazione del centenario della trasvolata aerea Roma-Tokio, compiuta dall’asso della aeronautica italiana Arturo Ferrarin. Presente la nipote ed alcuni amici del figlio di Arturo, Roberto, tra i quali Achille Colombo Clerici e GianBattista Origoni della Croce.

°°°°°°°°°°

 Il legame tra il pittore Carlo Carrà (Quargnento, Alessandria, 11 febbraio 1881-Milano, 13 aprile 1966) e Forte dei Marmi è fortemente testimoniato dalle sue opere. Nelle circa quaranta estati trascorse in questi luoghi, dal 1926 in poi, l’artista realizzò oltre 300 dipinti che hanno come soggetto scorci della Versilia. Oggi alcune di queste opere sono raccolte nella mostra I paesaggi di Carrà a Forte dei Marmi, progetto a cura dell’Ente per le ville Versiliesi che trasforma Forte dei Marmi in una pinacoteca a cielo aperto creando un percorso culturale formato dalle riproduzioni dei quadri dell’artista: progetto unico in Italia, che vuole sensibilizzare il pubblico alla storia del grande pittore del Novecento il quale amava illustrare i luoghi in cui viveva trasfigurando in arte il paesaggio reale.

Foto: Alberto Veronesi con Achille Colombo Clerici


Alberto Ricasoli Firidolfi, Paola Alessandrini Fornari, Fernanda Giulini, Achille e Giovanna Colombo Clerici


Vittoria Colonna con Hortensia Hersard de la Villemarque’


Cecilia Matteucci Lavarini

Explore posts in the same categories: Istituto Europa Asia

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: