Archive for the ‘Amici di Milano’ category

Guanda Editore – Celebrato il trentesimo anniversario della Fondazione Pietro Bembo alla Casa del Manzoni in Milano – “Come nasce una collana di Classici” Conversazione – “I canti greci” di Niccolo’ Tommaseo – Amici di Milano informa

ottobre 30, 2017

Associazione
AMICI DI MILANO

Informa

 

Celebrato il trentennale della Fondazione Pietro Bembo nella casa del Manzoni a Milano

Promossa dalla Fondazione Pietro Bembo, cui trent’anni fa hanno dato vita alcuni insigni uomini di cultura, e patrocinata da Fondazione Cariplo, Casa del Manzoni e Guanda Editore, si è tenuta, nel salone della casa del Manzoni in piazza Belgiojoso a Milano, la celebrazione del trentesimo anniversario della fondazione stessa; un momento di riconoscimento dell’ importante patrimonio culturale nella stessa racchiuso.

Conversazione sul tema ” Come nasce una collana di Classici”.

Invitati a dibattere Angelo Stella, Luigi Brioschi (pres. di Guanda editore), Alfredo Stussi, Direttore della Biblioteca di scrittori italiani (Collana di Guanda Editore), Vittorio Formentin, Armando Torno.

Anna Nogara ha letto alcuni brani tratti dalle opere di Alessandro Manzoni.

*   *   *

La Biblioteca di Scrittori Italiani promossa dalla Fondazione Pietro Bembo e pubblicata dalla casa editrice Guanda fu fondata nel 1987 da Dante Isella, Giorgio Manganelli e Mario Spagnol. Nel corso degli anni ne sono stati i direttori Dante Isella, Giorgio Manganelli, Giovanni Pozzi, Pier Vincenzo Mengaldo e Alfredo Stussi.
La collana pubblica opere di scrittori che costituiscono un importante patrimonio della nostra cultura letteraria. E’ attualmente sostenuta dalla Fondazione Cariplo.

Nel corso degli anni la “Biblioteca” ha pubblicato cinquantadue titoli per un totale di sessantadue volumi, che coprono un vasto periodo storico della nostra letteratura che va dal Duecento al Novecento. Dal Milione di Marco Polo a La novella del grasso legnaiuolo, alla Nuova cronica di Giovanni Villani, dalle Lettere disperse di Petrarca al Teatro comico e alle Lettere dell’Aretino, e molte altre opere fino alla più recente: I Canti Greci di Niccolò Tommaseo.

Ammirati da Pier Paolo Pasolini come una delle più belle opere della letteratura italiana del pieno Ottocento e amati senza riserve da poeti come Giovanni Pascoli e Gabriele d’Annunzio, i Canti Greci di Niccolò Tommaseo intesero esprimere la freschezza della poesia autenticamente popolare, perseguendo un progetto culturale che fu senza dubbio uno dei più intensamente romantici della nostra letteratura. Lo scrittore dalmata compose un libro che ordinava e riorganizzava in quattro ampie parti (l’Amore, la famiglia, la Morte, Dio) la raccolta di “Chants populaires de la Grece moderne” pubblicata a Parigi da Claude Fauriel nel 1824-1825, arricchendola però di nuovi canti e di traduzioni straordinariamente suggestive, in cui la cultura raffinata si incontra e si fonde con i versi della tradizione. L’ edizione, corredata dal puntuale commento di Elena Maiolini e da un ricco apparato di indici, riproduce fedelmente l’unica curata da Tommaseo, pubblicata a Venezia nel 1842 quale terzo volume dei “Canti popolari toscani corsi illirici greci”. Ripercorrendo e sottolineando i contorni di un’irripetibile combinazione di tradizioni linguistiche e culturali dell’Europa mediterranea, i Canti popolari di Tommaseo si presentano dunque come la migliore e più completa risposta del loro autore al programma letterario e civile annunciato l’anno precedente, con la pubblicazione delle Scintille: ravvivare una cultura stanca e sazia, promuovendo la conoscenza affettuosa dei popoli mediterranei attraverso un riconoscimento reciproco e una collaborazione tra italiani (corsi inclusi), greci e slavomeridionali.

Foto:
da sin. Luigi Brioschi, Paola Avigdor, Achille Colombo Clerici; nella casa del Manzoni a Milano

 

 

 

Annunci

Cesare Bartorelli commemorazione alla Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, nella Chiesa della Beata Vergine Annunciata all’interno dell’ Università degli Studi – Amici di Milano informa

ottobre 27, 2017

Associazione
AMICI DI MILANO
informa

 

Commemorata la figura di Cesare Bartorelli insigne scienziato, medico dalla grande umanità

Chiesa della Beata Vergine Annunciata nel cortile dell’Università degli Studi di Milano, Ca’ Granda.
Folla straripante di medici illustri, di amici di famiglia, di allievi riconoscenti.

Una splendida serata di fine ottobre, una storia che fa onore a Milano.

*   *   *

Per iniziativa della Dottoressa Anna Parravicini, giornalista e coordinatrice di medicina in teatro, la Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico di Milano, nel ciclo “I grandi medici del Policlinico “ ha ricordato la figura insigne del Prof. Cesare Bartorelli, Direttore della Clinica Medica dal  1966  al 1981

Ha aperto la commemorazione il Professor Giorgio Cosmacini, medico radiologo, filosofo, grande storico della medicina, che aveva collaborato per più di 20 anni con Bartorelli.

Ricordando le tappe della sua carriera, svolta tra Zurigo, Siena, Parma e Milano ne ha sottolineato le capacità di scienziato, ma anche le grandi doti imprenditoriali, concretizzate nella costruzione dell’Istituto di Ricerche cardiovascolari Giorgio Sisini e successivamente nella costruzione del Centro Cardiologico Fondazione Monzino, attualmente uno dei punti di riferimento della cardiologia europea.

Cosmacini ha inoltre ricordato il prof. Bartorelli come Maestro e i tanti allievi della Sua scuola che l’hanno seguito nel suo percorso: tra i primissimi, Folli e Zanchetti e poi Libretti, Guazzi, Leonetti, Malliani, Fiorentini, Cavallini, Samperi, Mancia , Grazi, Baccelli, Polese e Lombardi a loro volta grandi medici e ricercatori.

Tra i suoi molti allievi presenti il Prof Alberto Zanchetti, suo successore, allievo prediletto ed amico, ne ha tratteggiato con grande efficacia il ritratto umano e professionale, non dimenticando le sue grandi capacità di ricercatore.

Gli studi di Bartorelli sono stati fondamentali nella scoperta della terapia dell‘ ipertensione arteriosa, una delle maggiori conquiste scientifiche della seconda metà del 900.

Lo ha ricordato infine il Professor Lombardi, il più giovane degli allievi che ha documentato come le idee di Bartorelli siano ancora oggi alla base di ricerche scientifiche e conquiste di grande utilità terapeutica.

Massimiliano Finazzer Flory ha recitato un ricordo facendolo “rivivere“  in una interpretazione teatrale che ha commosso i numerosi parenti, allievi ed amici presenti.

L’incontro si è concluso con il saluto del Presidente del Policlinico Marco Giachetti che ha ricordato Bartorelli come medico a 360° per le sue capacità cliniche ed umane e per la sua grande empatia.

Foto di archivio:
da sin. Anna Bartorelli Rocco, Achille Colombo Clerici, Francesco Rocco, Livia Pomodoro, Enrico Letta

 

 

 

 

 

 

 

Gaetano Barbiano di Belgiojoso Cordoglio per la morte – Associazione AMICI DI MILANO

settembre 13, 2017

 

AMICI DI MILANO

 

Colombo Clerici: “Ci legava la comune passione per Milano, la sua terra, la sua gente”
LA SCOMPARSA DI GAETANO BARBIANO DI BELGIOJOSO

E’ mancato l’ing. Gaetano Barbiano di Belgiojoso, esponente di una antica famiglia dell’aristocrazia italiana.

Figura insigne del mondo milanese e lombardo.

E’ stato Presidente nazionale dell’ADSI-Associazione delle Dimore Storiche Italiane; Presidente della Società Storica Lombarda; Presidente del Circolo dell’Unione di Milano.

Era fratello di Lodovico, architetto del famoso studio BBPR che progettò, tra altre opere, la Torre Velasca di Milano, arrestato dai nazisti per la sua partecipazione alla Resistenza e rinchiuso a Mauthausen; e di Giuseppe, che ogni anno organizza gli Incontri di Caidate (Varese), nel castello Confalonieri di famiglia, che vedono riunirsi esponenti della cultura, dell’economia, della politica.

Impegnato in una intensa attività sociale e culturale, è stato con Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia, fondatore degli Amici di Milano (nel 1993) associazione che riunisce la borghesia metropolitana per il progresso della città; nonché dell’Associazione Carlo Cattaneo di Lugano (nel 1991) per l’incremento dei rapporti culturali tra Italia e Svizzera.

“Ci legava la comune passione per Milano, la sua terra, la sua gente” ricorda Colombo Clerici. Che rivolge alla moglie Giovanna ed ai figli Alessandro, Eugenio, Costanza i sensi del più profondo cordoglio.

L’Associazione AMICI di MILANO, con il presidente Achille Colombo Clerici, Giuseppina Bruti Liberati, Ippolito Calvi di Bergolo, Bernardo Negri da Oleggio,  o ricorda, annoverandolo fra i suoi defunti soci d’onore, assieme a Gae Aulenti – Adriano Bausola – Carlo Bo – Giorgio Bologna – Luigi Caccia Dominioni – Vittore Ceretti – Umberto Eco – Giacomo Elias – Alberto Falck – Paolo Ferretti di Castelferretto – Arturo Grigioni – Emilio Massa – Indro Montanelli – Filippo Rosselli – Giorgio Rumi – Emilio Tadini – Guido Valerio – Umberto Veronesi – Giuseppe Vigorelli.

Le esequie si svolgeranno giovedì 14 settembre alle ore 11,00 nella Chiesa di Santa Maria della Passione in Milano.

Foto
Gaetano Barbiano di Belgiojoso con Achille Colombo Clerici

 

 

 

 

Panettone d’Oro, Premio 2017 – Corriere della Sera – Giangiacomo Schiavi – AdM informa

dicembre 23, 2016

AMICI DI MILANO
Informa

La lettera di Giangiacomo Schiavi

SEGNALATE GLI EROI DEL BENE MERITANO IL PANETTONE D’ORO

Caro Schiavi,
manca poco più di un mese alla consegna del Panettone d’oro, premio alla virtù civica dei milanesi. L’iniziativa creata a metà degli anni ’90 dal Coordinamento Comitati cittadini vede la collaborazione e il sostegno attivo di tante associazioni e vuole essere un riconoscimento verso quelle persone o gruppi che si sono particolarmente distinti per le loro virtù civiche.

Siamo arrivati alla XVIII edizione e come sempre i protagonisti saranno gli eroi di tutti i giorni, quelli che agiscono senza clamore e in silenzio, ma che rendono migliore la città in cui viviamo, dall’assistenza alla protezione al decoro urbano, dal coraggio civile al presidio sociale. Lei riceve molte lettere e ci piacerebbe che questa diventasse la bacheca della manifestazione per mettere in luce la Milano dal cuore in mano. Le numerose segnalazioni che ci sono giunte in questi anni hanno dimostrato quanto altruismo e senso civico regni intorno a noi, nonostante tutto.

Attraverso le pagine del quotidiano potremo dare risalto ai grandi gesti di piccole realtà. Amici di Milano, Associazione Sao, Assoedilizia, Amsa, Gruppo A2A, Ciessevi, City Angels, Comieco e Legambiente

Cari amici,

l’idea di essere una bacheca delle buone notizie la prendo come invito da mettere in pratica, possibilmente ogni giorno. Fa bene una boccata d’ossigeno nel mare delle negatività. Esiste anche un mondo fatto di persone che ci aiutano a vincere la paura, ci danno speranza, sanno costruire un futuro.

Purtroppo hanno poca visibilità e poca rappresentanza.

Il Panettone d’oro è la gratitudine di una Milano che non ha mai perso la sua bussola solidale: nasce dal cuore e premia l’impegno di persone non comuni che si danno da fare per qualcosa di buono. Sarà consegnato in febbraio, al teatro Parenti, ricordando San Biagio e una tradizione milanesissima: quella di mangiare il panettone benedetto avanzato da Natale.

San Bias el benediss la gola e el nas, si dice e una fetta di panettone tiene lontano gli acciacchi di stagione (magari).

Adesso servono i nomi dei cittadini protagonisti di azioni di civismo, segnalazioni che si possono fare attraverso il sito www.panettonedoro.it dove si può trovare un link con la scheda per partecipare.

Noi troveremo il modo di raccontare questi eroi del bene, perché ogni persona è una storia e ogni storia è una notizia.
gschiavi@rcs.it

Foto: Il pres. di Assoedilizia e di Amici di Milano Achille Colombo Clerici con il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia
achille-colombo-clerici-con-giuliano-pisapia-2

 

Panettone d’oro: XVIII edizione del Premio alla Virtù Civica dei milanesi – Amici di Milano Associazione informa

dicembre 21, 2016

A s s o e d i l i z i a
e
AMICI DI MILANO

 

PANETTONE D’ORO: XVIII EDIZIONE DEL PREMIO ALLA VIRTÙ CIVICA DEI MILANESI

Da oggi si raccolgono le segnalazioni su cittadini e associazioni che si sono distinti per gesti di civismo e solidarietà.
La premiazione si terrà sabato 11 febbraio 2017 al Teatro Franco Parenti di Milano.

Milano, 20 dicembre 2016 – Si accolgono da oggi le candidature per la XVIII edizione del Premio alla Virtù Civica ‘Panettone d’oro’, il riconoscimento destinato a chi abbia mostrato, con un comportamento costante nel tempo, una concreta rispondenza ai principi del vivere civico.

C’è tempo infatti fino al 22 gennaio 2017 per segnalare cittadini e associazioni che potranno partecipare all’iniziativa creata a metà degli anni ’90 dal Coordinamento Comitati Milanesi, che anche per quest’anno vede la collaborazione attiva di Comieco, AMSA – Gruppo A2A, ASSOEDILIZIA, AMICI DI MILANO, Associazione SAO, Ciessevi, City Angels e Legambiente.

Solidarietà, attenzione al territorio e all’ambiente, tutela dei più deboli ed emarginati, rispetto della cultura e della tradizione civica e difesa dei diritti dei cittadini, sono alcune delle virtù civiche che possono rendere meritevoli del premio: chiunque può motivatamente far pervenire una segnalazione, esclusivamente attraverso il sito www.panettonedoro.it .

Anche per la XVIII edizione la giuria sarà chiamata a valutare attentamente la costanza con cui cittadini e associazioni segnalati hanno messo in pratica e aiutato a diffondere un esemplare comportamento civico in Milano e negli altri 133 comuni della Città metropolitana di Milano.

Tra le persone segnalate, i giurati individueranno trenta cittadini, tra uomini e donne, meritevoli di ricevere i premi previsi. A dieci associazioni saranno dedicate le menzioni speciali, per ricordare collettivamente l’azione di gruppi di volontari che si impegnano ogni giorno con gli stessi nobili intenti.

Basta una sola segnalazione per candidare al premio; del tutto inutile rimarcare con più segnalazioni sullo stesso candidato.

La cerimonia di premiazione si terrà l’11 febbraio 2017 al teatro Franco Parenti di Milano.

Foto:
– Il Presidente di Assoedilizia e di Amici di Milano con il Sindaco Giuliano Pisapia
achille-colombo-clerici-con-giuliano-pisapia-2

 

 

 

Panettone d’oro: XVIII Edizione del Premio alla Virtù Civica dei milanesi 2017 – Assoedilizia informa

dicembre 20, 2016

A s s o e d i l i z i a
e
Amici di Milano

 

PANETTONE D’ORO: XVIII EDIZIONE DEL PREMIO ALLA VIRTÙ CIVICA DEI MILANESI – ANNO 2017

Da oggi si raccolgono le segnalazioni su cittadini e associazioni che si sono distinti per gesti di civismo e solidarietà.
La premiazione si terrà sabato 11 febbraio 2017 al Teatro Franco Parenti di Milano.

Milano, 20 dicembre 2016 –

Si accolgono da oggi le candidature per la XVIII edizione del Premio alla Virtù Civica ‘Panettone d’oro’, il riconoscimento destinato a chi abbia mostrato, con un comportamento costante nel tempo, una concreta rispondenza ai principi del vivere civico.

C’è tempo infatti fino al 22 gennaio 2017 per segnalare cittadini e associazioni che potranno partecipare all’iniziativa creata a metà degli anni ’90 dal Coordinamento Comitati Milanesi, che anche per quest’anno vede la collaborazione attiva di Comieco, AMSA – Gruppo A2A, ASSOEDILIZIA, AMICI DI MILANO, Associazione SAO, Ciessevi, City Angels e Legambiente.

Solidarietà, attenzione al territorio e all’ambiente, tutela dei più deboli ed emarginati, rispetto della cultura e della tradizione civica e difesa dei diritti dei cittadini, sono alcune delle virtù civiche che possono rendere meritevoli del premio: chiunque può motivatamente far pervenire una segnalazione, esclusivamente attraverso il sito
www.panettonedoro.it .

Anche per la XVIII edizione la giuria sarà chiamata a valutare attentamente la costanza con cui cittadini e associazioni segnalati hanno messo in pratica e aiutato a diffondere un esemplare comportamento civico in Milano e negli altri 133 comuni della Città metropolitana di Milano.

Tra le persone segnalate, i giurati individueranno trenta cittadini, tra uomini e donne, meritevoli di ricevere i premi previsi. A dieci associazioni saranno dedicate le menzioni speciali, per ricordare collettivamente l’azione di gruppi di volontari che si impegnano ogni giorno con gli stessi nobili intenti.

Basta una sola segnalazione per candidare al premio; del tutto inutile rimarcare con più segnalazioni sullo stesso candidato.

La cerimonia di premiazione si terrà l’11 febbraio 2017 al teatro Franco Parenti di Milano.

Foto:
– L’ Assessore Marco Granelli e il presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici con i volontari dei VV.FF. alla premiazione del 2016
l-assessore-marco-granelli-e-il-presidente-di-assoedilizia-achille-colombo-clerici-con-i-volontari-dei-vv-ff-2
– Il Sindaco di Sesto San Giovanni, con Jole Garuti e con Achille Colombo Clerici
Sindaco di Sesto San Giovanni Monica Chittò e Jole Garuti

Umberto Veronesi, Cordoglio per la morte – Associazione Amici di Milano – Achille Colombo Clerici e Giuseppina Bruti Liberati

novembre 10, 2016

AMICI DI MILANO

La scomparsa dello scienziato Umberto Veronesi socio d’onore e fondatore di Amici di Milano

COLOMBO CLERICI: UNA VITA AL SERVIZIO DI UN IDEALE DI UMANITA’

Il presidente dell’ Associazione Amici di Milano Achille Colombo Clerici, partecipa con profondo cordoglio al lutto della famiglia, di Milano, del Paese e dell’ Umanità per la scomparsa dello scienziato  oncologo professor Umberto Veronesi, socio d’ onore ed amico, ricordandone le preclari doti umanità, di integrità morale, di alto senso etico al servizio di chi soffre e del mondo intero, in uno con il Direttivo e gli aderenti, e nel ricordo dei Soci d’ onore che gli furono amici, Gae Aulenti, Carlo Bo, Adriano Bausola, Giorgio Bologna, Alberto Falck, Paolo Ferretti di Castelferretto, Emilio Massa, Indro Montanelli,  Giorgio Rumi, Mario Scognamiglio, Emilio Tadini, Guido Vergani,

Partecipano al lutto Bernardo Negri da Oleggio (Past-President), Angelo Caloia e Ippolito Calvi di Bergolo (Vice Presidenti), Giuseppina Bruti Liberati e Ippolito Calvi Elisabetta Falck (Segretari Generali).

I componenti il Comitato Giuria Premio per i Giovani
Gae  Aulenti
Giulio  Ballio
Giuseppe  Barbiano di Belgiojoso
Gaetano Barbiano di Belgiojoso
Mario Boselli
Diana Bracco de Silva
Giuseppe Branca di Romanico
Ferdinando Cornelio
Valentina Cortese
Ferruccio de Bortoli
Enrico  Decleva
Adriano De Maio
Sergio Escobar
Federico Falck
Maria Teresa Fiorio
Carlo Fontana
Renato Mannheimer
Guido Martinotti
Lorenzo Ornaghi
Angelo Provasoli
Lina Sotis
Pasquale Spinelli
Gianni Vallardi
Sergio Zaninelli

Foto:
– Umberto Veronesi e Achille Colombo Clerici
– Umberto, Susy, Alberto Veronesi con Tara Gandhi, Achille e Giovanna Colombo Clerici

Presidente con Veronesi

umberto-susy-alberto-veronesi-con-tara-gandhi-achille-e-giovanna-colombo-clerici