Archive for the ‘Uncategorized’ category

EUROPA Elezioni – RAI News, Interviste a margine del Convegno in Banca d’Italia sede di Milano per la presentazione del libro di Guido Carli ‘MERCATO, EUROPA E LIBERTA” – Patuelli, Colombo Clerici, Calabro’ – Europasia informa

aprile 23, 2019

Istituto Europa Asia

EUROPASIA

Europe Asia Institute

 

Informa

 

 

Intervista di Rai News ad Achille Colombo Clerici sullo ‘stato dell’Unione’

 

BANCHE: L’ATTUALITA’ DI GUIDO CARLI NEL LIBRO ‘MERCATO, EUROPA E LIBERTA”

 

L’Europa così non funziona e va riformata. E’ un parere unanime, anche di chi difende convintamente i motivi che ne hanno ispirato la nascita. Spiega Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia e dell’Istituto Europa Asia in una intervista a Rai News, realizzata da Marco Mirabile “Il peccato originale sta nel fatto che le decisioni più importanti passano ormai non piu’ dalla Commissione, braccio esecutivo politicamente indipendente della UE, ma dal Consiglio Europeo composto dai rappresentanti dei singoli  Stati dove, non solo  lo Stato più forte impone la sua linea, ma ogni Stato  mette in primo piano i propri interessi nazionali. Inoltre, per raddrizzare i rapporti europei che non funzionano, derivanti dai trattati, occorre l’unanimita’. E in tal modo non si riesce a fare piu’ nulla. ”

 

L’intervista è avvenuta in occasione della presentazione a Milano nella sede della Banca d’Italia, del volume “Mercato, Europa e libertà”, che raccoglie gli interventi pronunciati da Guido Carli alle assemblee dell’Associazione Bancaria Italiana e alle Giornate mondiali del risparmio.

 

E così prosegue: “Prima di tutto l’Europa deve rendersi consapevole del fatto che non può trattare a pesci in faccia un Paese colonna portante dell’intera Unione. Non ci possiamo sentir dire “Così hanno votato i 27, il caso e’ chiuso” Insomma, chi ha avuto ha avuto… Non può essere questo il modo di interpretare l’interesse della politica comunitaria. Cosi’ si persegue l’interesse dei singoli Paesi. Non va bene questa logica.”

 

All’incontro, moderato da Ferruccio de Bortoli, hanno preso parte il presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, il direttore della sede di Milano della Banca d’Italia, Giuseppe Sopranzetti, il vice presidente di Assolombarda, Antonio Calabrò e Federico Pascucci, curatore dell’ opera e segretario generale dell’Istituto Einaudi. Il libro, pubblicato da Editori Laterza, è introdotto dalla prefazione di Patuelli e di Maurizio Sella, presidente dell’Istituto Einaudi per gli studi bancari, finanziari e assicurativi; è arricchito da un profilo di Carli a firma di Alfredo Gigliobianco, dirigente di Banca d’Italia.

 

Promosso dall’Abi e dall’Istituto Einaudi, ‘Mercato, Europa e libertà’, si inserisce nella collana ‘Storia e Società’ ed è la terza opera pubblicata su impulso di Abi e Istituto Einaudi dopo i libri dedicati da Laterza agli scritti di Luigi Einaudi e Carlo Azeglio Ciampi. Il volume celebra l’attualità della figura di Guido Carli, protagonista del processo di costruzione dell’Europa unita come pure della rinascita economica italiana, e offre al contempo un significativo spaccato della storia della Nazione nel secondo dopoguerra, vista attraverso le lenti della finanza e dell’economia.

 

Raccoglie i 14 interventi pronunciati da Carli alle assemblee dell’Abi negli anni in cui fu Governatore della Banca d’Italia (1960-1975), integrati da quelli tenuti alle celebrazioni delle Giornate del risparmio. Compaiono nel volume anche le tre relazioni tenute alle assemblee dell’Abi negli anni 1990, 1991 e 1992, periodo in cui fu Ministro del Tesoro. Attraverso le riflessioni di Carli, focalizzate su questioni creditizie nel periodo in cui fu Governatore, riaffiorano alcuni momenti cruciali del boom economico.

 

All’inizio degli anni Sessanta, ad esempio, Carli invitava le banche a conciliare ‘in ogni circostanza’ l’attività di adeguato sostegno a un’economia in espansione con la tutela della propria solidità patrimoniale e dei depositanti. Gli interventi alle assemblee dell’Abi tra il 1990 e il 1992, incentrati su temi di politica economica e monetaria, si collocano in una cruciale fase di impegno pubblico di Guido Carli, che da Ministro del Tesoro servì la Repubblica in un triennio fondamentale per la realizzazione della riforma del settore creditizio e finanziario, culminata nel Testo unico bancario del 1993, e nel quale vennero poste le basi dell’adesione dell’Italia all’Unione europea, sancita dal Trattato siglato a Maastricht nel febbraio 1992 e del quale Carli fu, per l’Italia, il principale artefice.

*  *  *

Nella stessa intervista a RAI News, Calabro’ sostiene che, se l’economia italiana rallenta, cio’ non dipende dalle regole di Maastricht, ma dal fatto che la produttivita’ e’ stagnante da anni, che il bilancio pubblico e’ fuori parametri e fuori regola, i deficit si accumulano, l’avanzo primario dimunuisce e non son fatti adeguati investimenti per la struttura produttiva.

 

Mentre, sulla questione dell’Unione Bancaria Europea, ed in particolare sul “bail in”, il salvataggio interno delle banche in difficolta’, Antonio  Patuelli afferma che occorre modificare e correggere questa regola, profondamente errata, che finisce per assimilare i risparmi, assistiti dalla tutela costituzionale prevista dall’art. 47 della nostra Costituzione, agli investimenti a rischio.

 

 

Foto

– l’intervista di Rai News Achille Colombo Clerici e Marco Mirabile della Rai.

Annunci

Osservatorio Metropolitano. Ciclo di incontri edizione 2019. Primo incontro 6 maggio

aprile 16, 2019

Il Collegio degli Ingegneri e Architetti di Milano, l’Associazione Architetti per Milano e AIM – Associazione Interessi Metropolitani – promuovono il ciclo di incontri “Osservatorio Metropolitano – Dibattiti per lo sviluppo e la promozione di una nuova Qualità Urbana“, finalizzato ad approfondire le diverse questioni che stanno alla base delle future proposte sullo sviluppo di Milano e della sua Area Metropolitana attraverso il coinvolgimento di relatori esperti e riferiti ad un ampio quadro multidisciplinare. Coordinamento: Alberico Belgiojoso, Carlo Berizzi, Gianni Verga.

Gli incontri si svolgono presso la sede di Assoedilizia, via Meravigli 3, Milano.

La partecipazione è gratuita e libera. L’iscrizione è consigliata solo agli Ingegneri ed Architetti per il rilascio di CFP.

La prima locandina è riassuntiva dei quattro incontri.

Il primo appuntamento sarà lunedì 6 maggio, per le iscrizioni sarà possibile cliccare sulla dicitura “MODULO ONLINE” , presente sulla singola locandina.

Primo appuntamento: L’evoluzione delle legislazioni regionali in materia di territorio, del 6 Maggio, ore 18.00.
Coordinatore: A. Belgiojoso. Relatori: G. Verga, M. Federici, G. Inzaghi

Locandina ciclo incontri:
OsservatorioMetropolitano

Locandina incontro 6 maggio:
locandina 6 maggio

 

 

Convegno sulle società in agricoltura

aprile 9, 2019

http://www.federfondiaria.it/notizie/#primo-piano

 

Master Polis Maker inaugurato al Politecnico di Milano-Consorzio CISE – 5 aprile 2019 – INSTAT informa

aprile 5, 2019

I N S T A T
Istituto Nazionale per lo Studio e la Tutela dell’Ambiente e il Territorio

Informa

 

 

Il master Polis Maker inaugurato al Politecnico di Milano-Consorzio CISE

CARUSO DI SPACCAFORNO: SUPPORTO ALLA TRASFORMAZIONE DELLE CITTA’

La  X edizione del master “Polis Maker per la qualità del vivere e lo sviluppo urbano sostenibile” è stata inaugurata questa mattina al Consorzio CISE presso il Politecnico di Milano.

Il Master Polis Maker è coordinato dal Prof. Angelo Caruso di Spaccaforno. Responsabili scientifici e della didattica: Prof. Benedetto Antonini, Santiago Caprio e Angelo Caruso di Spaccaforno. E’ attivato dal Politecnico di Milano, Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale, in convenzione con il Consorzio Cise e Baicr Cultura della Relazione.

“Il Master – ha detto Caruso di Spaccaforno nel discorso di apertura – si propone di formare figure professionali specializzate nel campo della gestione della trasformazione degli insediamenti urbani con una particolare attenzione per la qualità del vivere, in un contesto caratterizzato da un costante incremento di una domanda di qualità della città in tema di servizi, mobilità, fenomeni di inquinamento e spazio esistenziale dell’uomo.”
Si propone di fornire strumenti, metodologie operative e competenze trasversali finalizzate a:
– comprendere e analizzare la complessità del fenomeno urbano, con una particolare attenzione alla qualità del vivere
– consolidare conoscenze tecniche specifiche utili per la valutazione di scelte strategiche e l’implementazione di ipotesi di intervento in ambito urbano ed edilizio.
Il Master offre una concreta opportunità perché fornisce le competenze tecniche e gli strumenti metodologici per la gestione del territorio urbano in linea con la crescente domanda del futuro mercato del lavoro.
L’iniziativa viene apprezzata dal Presidente di Assoedilizia Achille Colombo Clerici il quale ritiene che la complessità della trasformazione urbana che sta coinvolgendo, in Italia e nel mondo, le metropoli più avanzate, abbia sempre più bisogno di specialisti attenti a coniugare prestazionalità delle strutture con qualità della vita dei cittadini, e con l’economicità delle soluzione proposte.

Il Master si rivolge a:

  • neolaureati in Architettura, Ingegneria Civile e Ambientale e Territoriale e Ingegneria Edile/Architettura
  • neolaureati in altre discipline, economiche, giuridiche, telecomunicazione, geografia e più in generale in scienze sociali e umane,
  • profili professionali interessati alla trasformazione urbana e a dirigenti e funzionari delle Pubbliche Amministrazioni.

Il Polis Maker grazie alla sua formazione interdisciplinare può trovare uno sbocco lavorativo nei settori della Pubblica Amministrazione, del Real-estate, delle società di ingegneria, degli studi di architettura, in società no-profit e in società di trasformazione urbana (STU) impegnati nella trasformazione degli insediamenti urbani.

Foto
Angelo Caruso di Spaccaforno con Achille Colombo Clerici pres. INSTAT

 

“Rigenerazione Urbana a Milano” Dibattito all’Università Bocconi, organizzato dall’ Osservatorio Smart City della Bocconi – GREEN – INSTAT informa

aprile 4, 2019

INSTAT
Istituto nazionale per lo Studio e la Tutela dell’Ambiente e del Territorio
Informa

 

Milano, 3 aprile 2019

Dibattito all’Università Bocconi di Milano organizzato dall’ Osservatorio Smart City – GREEN

COLOMBO CLERICI: ZONA FRANCA FISCALE PER LA RIGENERAZIONE URBANA

“Milano ha tutti gli elementi per proporre al resto del Paese un modello di rigenerazione urbana nell’ottica delle più avanzate ‘smart cities’ del mondo: un modello che offre, da un lato, una migliore qualità della vita e dall’altro lato un sostanziale impulso all’economia immobiliare tra i principali fattori propulsori dell’economia generale. Ma per questo risultato occorre una forte scelta politica che si traduca nel varo di una sorta di ‘zona franca’ fiscale (imposte dirette e indirette) per gli interventi di rigenerazione urbana, con sostituzione edilizia; tale da coinvolgere, in un processo di sistema, il piccolo e medio risparmiatore che oggi tiene inattivi 1.200 miliardi nei conti correnti delle banche.”

E’ la convinzione di Achille Colombo Clerici, presidente di Assoedilizia, espressa nell’incontro  “Milano una città in trasformazione: i grandi progetti di rigenerazione urbana”, organizzato da GREEN e Dipartimento Studi Giuridici A. Sraffa dell’Università Bocconi di Milano nell’ambito dall’Osservatorio Smart City.

Milano – hanno esordito i due coordinatori dell’Osservatorio Franco Ferrari e Edoardo Croci – sta vivendo una fase di trasformazione e sviluppo particolarmente interessante, collocandosi tra le città globali più attrattive anche in termini di investimenti immobiliari, con importanti sviluppatori nazionali e internazionali impegnati in ambiziosi progetti. Sostenibilità e innovazione costituiscono gli elementi principali di questo processo. E’ il terzo “Incontro” organizzato dall’Osservatorio, cui seguiranno altri Incontri nel corso dell’anno.

Alcuni dati esaustivi: per attrattività Milano si colloca tra le prime 20 città del mondo; per popolazione universitaria, mobilità, trasporto pubblico, dimensioni, banda larga, cultura, ma pure enogastronomia, moda, turismo, è la prima in Italia e tra le prime città europee. Ma forse la sua più rilevante caratteristica è la capacità di essere in continua trasformazione e sviluppo senza denunciare crisi che hanno messo in ginocchio metropoli americane ed europee.

Per comprendere le caratteristiche e le dinamiche sottostanti al “fenomeno Milano” sono intervenuti numerosi e qualificati relatori ognuno dei quali  ha illustrato quanto si è fatto e quanto si è in progetto di fare nell’ambito della trasformazione urbana: dai nuovi quartieri a nord della città agli scali ferroviari.

In rappresentanza dei protagonisti della trasformazione smart e sostenibile di Milano sono intervenuti:
– Mario Abbadessa, Amministratore Delegato, Hines Italy
– Nadia Boschi, Head of Sustainability Italy & Continental Europe, Lendlease
– Kelly Russel, Direttore generale Fondazione Riccardo Catella
– Alexei Dal Pastro, Amministratore delegato Italia, Covivio
– Carlo De Vito, Presidente, FS Sistemi urbani
– Attilio Di Cunto, Amministratore Delegato, Euromilano

Alla Tavola rotonda successiva che aveva quale tema La generazione di valore attraverso la trasformazione urbana hanno partecipato, oltre a Colombo Clerici:
– Luca Asti, Presidente, Gruppo Giovani Imprenditori Edili Assimpredil ANCE
– Pietro Mazzi, Responsabile Real Estate, Banca IMI
– Renzo Misitano, Direttore sviluppo immobiliare, DeA Capital Real Estate sgr
– Gualtiero Tamburini, Presidente, Sorgente sgr: “Se Milano – ha detto – con 7-8miliardi di fatturato immobiliare rappresenta solo una parte del mercato nazionale valutato attorno ai 120-130miliardi, è altrettanto vero che solo questa città ha in sé le capacità di realizzare le teorie “smart city” estere arricchendole del nostro imprinting e facendole diventare realtà nuove”.

Foto del tavolo dei relatori:
da sin, Edoardo Croci, Gualtiero Tamburini, Luca Asti, Achille Colombo Clerici, Pietro Mazzi, Renzo Misitano

 

 

 

Arcivescovo di Milano Mario Delpini – Incontro con il presidente dell’Istituto Europa Asia – Europasia informa

febbraio 4, 2019

Informa

 

L’ ARCIVESCOVO DI MILANO MARIO DELPINI: l’informazione dia anche messaggi di speranza

Il presidente dell’Istituto Europa Asia Achille Colombo Clerici ha incontrato l’Arcivescovo di Milano Mario Delpini, accompagnato da mons. Walter Magni, responsabile della comunicazione della Diocesi di Milano.

Colombo Clerici sottolinea come la grande Chiesa ambrosiana, l’informazione e l’imprenditoria rappresentino altrettanti pilastri – forti di valori quali la solidarietà e l’accoglienza – di una città e di una regione che da sempre sono alla guida del Paese.

Monsignor Delpini auspica che l’informazione, pur non minimizzando le negatività che ogni comunità presenta, possa esprimere compiutamente le realtà positive che quotidianamente la comunità propone.
In maniera tale che, in un momento storico nel quale sembrano prevalere paure, incertezze e disuguaglianze, venga lasciato spazio a un messaggio di speranza in un futuro migliore cui tutti, cattolici e laici, sono chiamati a dare il proprio contributo.

Foto:
l’Arcivescovo Mario Delpini con Achille Colombo Clerici

Giuseppe Conte a Milano – Fotogallery Formiche.net

gennaio 31, 2019

Fotogallery al link:

https://formiche.net/gallerie/giuseppe-conte-a-milano-foto/