AIBA Associazione Italiana Brokers Assicurazioni, Convegno nazionale di Milano “Brokers e piccole medie imprese – La protezione assicurativa come fattore di sviluppo” – Assoedilizia

A s s o e d i l i z i a
Property Owners’ Association Milan Italy

Dal convegno nazionale di Milano la proposta dei broker di assicurazione alle PMI

AIBA: ASSICURARSI PER AVERE PIU’ CREDITO

 Colombo Clerici: L’idea dell’obbligatorietà dell’assicurazione degli immobili contro il rischio delle calamità naturali non è condivisibile.

 “In un contesto economico generale improntato all’esigenza di risparmio nella spesa pubblica, trova oggi spazio la questione dei costi per lo Stato della gestione dei danni da calamità naturali che pesa per circa 3,5 miliardi all’anno.

In questi ultimi tempi, peraltro, il succedersi a catena di una serie di disastri naturali legati a fenomeni tellurici (l’Abruzzo e l’Emilia) ed alluvionali (l’Astigiano, la Liguria, la Sardegna, la Campania) ha acuito di molto la sensibilità sulla questione. La via che taluni ritengono di intravvedere è quella della copertura assicurativa obbligatoria a livello nazionale, da parte dei possessori di immobili, contro il rischio delle calamità naturali. E’ una soluzione  non accettabile. Caricare i circa 40 milioni di unità residenziali e complementari del costo obbligatorio della assicurazione, significa onerarle in misura dai 5 ai 6 miliardi di premi assicurativi annui, in una fase economica di grave crisi del settore immobiliare ed in una prospettiva di trattamento fiscale non certo favorevole, nella quale qualsiasi previsione d’incentivazione attraverso misure di defiscalizzazione, seppur auspicabile, può risultare irrealistica e velleitaria. Ma è altrettanto vero che, se sul piano della volontarietà ci fosse maggior adesione allo strumento assicurativo, secondo nostre stime ci potrebbe esser un margine di attività dell’ordine di circa 3/4 miliardi di euro.
Questo è il campo di azione cui dovrebbero esser chiamati i brokers italiani.”

L’ ha affermato il presidente di Assoedilizia e vicepresidente di Confedilizia Achille Colombo Clerici invitato al Convegno di AIBA-Associazione italiana broker di assicurazioni dal titolo “Brokers e piccole medie imprese-La protezione assicurativa come fattore di sviluppo” , che ha visto gli interventi del presidente dei brokers Carlo Marietti Andreani, della responsabile del servizio vigilanza Ivass Maria Luisa Cavina, del presidente Ania Aldo Minucci, dell’amministratore delegato Innovation Team Enea Dallaglio, del consigliere della Cciaa di Milano Luigi Amato Molinari, del presidente di Asnacodi Albano Agabiti, del direttore generale Aifi Anna Gervasoni.

La protezione assicurativa vista come investimento in grado di favorire l’accesso al finanziamento della crescita da parte delle imprese minacciate dalla stretta creditizia: “Il credit crunch è la principale minaccia alla sostenibilità delle piccole e medie imprese. E’ urgente – ha affermato Marietti Andreani – un confronto con il sistema bancario per identificare un modello in grado di valorizzare l’investimento in tutela assicurativa delle imprese, garantendo loro condizioni di accesso al credito più favorevoli”.

Negli ultimi tre mesi, secondo uno studio realizzato da AIBA in collaborazione con Innovation Team   il 17,2% delle piccole imprese e il 12,3% delle medie non hanno ottenuto il finanziamento richiesto a banche o società finanziarie (la percentuale si riduce al 7,6% per le grandi imprese). 

La ricerca evidenzia anche la pesante sotto-assicurazione delle Pmi italiane: il 14% non sono assicurate contro gli incendi, addirittura il 31% non si proteggono dai furti. Non più del 28% si tutelano dai rischi tecnologici, il 23% non hanno coperture di responsabilità civile prodotti, ancora meno hanno sottoscritto polizze credito e cauzioni (il 15%) e coperture inquinamento (12%), addirittura soltanto il 3% si assicura contro le interruzioni di attività.

“La scarsa propensione alla protezione delle aziende da una parte, e la rigidità dell’offerta delle compagnie dall’altra – ha sottolineato Andreani – possono trovare un contemperamento nel broker assicurativo: il quale, grazie alla sua posizione di indipendenza e ‘terzietà’, è in grado di individuare il punto di corretto equilibrio tra esigenze di garanzia e sostenibilità finanziaria”. Uno dei motivi per cui brokers e proprietari di casa si incontreranno nuovamente.

Foto: Con il presidente Assoedilizia Achille Colombo Clerici, il presidente dei brokers Carlo Marietti Andreani, Maria Luisa Cavina, Aldo Minucci, Albano Agabiti, Luigi Amato Molinari

AIBA Con il presidente Assoedilizia Achille Colombo Clerici, il presidente dei brokers Carlo Marietti Andreani, Maria Luisa Cavina, Aldo Minucci,  Albano Agabiti, Luigi Amato Molinari

AIBA2 Con il presidente Assoedilizia Achille Colombo Clerici, il presidente dei brokers Carlo Marietti Andreani, Maria Luisa Cavina, Aldo Minucci,  Albano Agabiti  Luigi Amato Molinari

 

 

 

Annunci
Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: