QN IL GIORNO, Il Resto del Carlino, La nazione del 31 maggio 2016. – Apre il Gottardo, Svizzera più vicina, La pazza idea lombarda è realtà. Industriali e intellettuali per la galleria ferroviaria più lunga del mondo

Il tunnel di 57 chilometri costato 11 miliardi di euro

L’inaugurazione è prevista per domani: si parla di questa imponente opera dal lontano 1991. Ora è tutto pronto.

Colombo Clerici: Già nel 1991 fondammo l’associazione Cattaneo: fu la prima iniziativa ad avviare un nuovo corso nei rapporti culturali tra i due Paesi

Così cambiano le relazioni commerciali

————–

di Nicoletta Pisanu

LA GALLERIA ferroviaria più lunga del mondo viene inaugurata domani, primo giugno, in Svizzera.

La realizzazione del tunnel del Gottardo, che misura 57 chilometri ed è costata 12,2 miliardi di franchi elvetici (circa 11 miliardi di euro), ha richiesto diciassette anni di lavori, iniziati negli anni Novanta anche sulla spinta di una cordata lombarda che all’epoca ha abbracciato il progetto, intuendone il potenziale positivo anche per l’economia italiana.

Parte del gruppo, il presidente di Assoedilizia, Achille Colombo Clerici: “Nel 1991 abbiamo fondato l’associazione culturale italo-svizzera Carlo Cattaneo di Lugano, di cui erano parte l’ambasciatore Salvatore Zotta, Franco Masoni Fontana, Paolo Grandi, Alberto Falck, Eugenio Radice Fossati, Gaetano Barbiano di Belgioioso, Bernardo Negri da Oleggio e Angelo Caloia ha raccontato. L’associazione è stata la prima iniziativa ad aprire un nuovo corso nei rapporti culturali tra i due Paesi confinanti. Con l’associazione, portammo all’attenzione dell’opinione pubblica italiana la questione del Gottardo, organizzando una serie di dibattiti e di incontri ministeriali anche con il nostro Governo, prendendo posizione a favore della realizzazione del tunnel”.

La cordata lombarda fece in modo di dare “l’idea agli svizzeri dell’interesse che in Italia sussisteva circa la linea ferroviaria del Gottardo, permettendo di ottenere il voto positivo della Camera Bassa elvetica che, in un primo momento, aveva invece privilegiato i lavori della linea transalpina del Lotschberg invece di quella del Gottardo”.

Fu una presa di posizione che si basò anche sull’appoggio dell’associazione Amici di Milano, che riuniva intellettuali e personaggi del capoluogo lombardo:
“L’intento era mostrare l’interesse dell’Italia per l’opera, che permette di accorciare i tempi di percorrenza tra Zurigo e Lugano e, un domani con l’eventuale aggancio alla rete italiana, anche con Milano ha sottolineato Colombo Clerici -. La galleria è pensata sia per il transito di persone che di merci”.

E aggiunge: “Con lungimiranza, quest’opera, sebbene realizzata in suolo svizzero, potrà cambiare le prospettive dei trasporti commerciali in Italia. A cominciare dal rilancio del porto di Genova, più facilmente raggiungibile dall’Europa centrale e dal porto di Rotterdam”.

La galleria del Gottardo è di 57 chilometri L’inaugurazione è prevista per domani: si parla questa imponente opera dal lontano 1991. Ora è tutto pronto.

Foto: Colombo Clerici con il Console Generale di Svizzera Felix Baumann

Achille Colombo Clerici con Fèlix Baumann

Explore posts in the same categories: Assoedilizia informa

Lascia un commento

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: